Bimbi bolognesi promuovono menù scuola

Questionari in 10 istituti. Chiedono lasagne, salsiccia e gelato

(ANSA) - BOLOGNA, 17 GIU - Gli alunni delle scuole bolognesi promuovono primi e secondi del menù della refezione scolastica, rimandati invece i contorni. Poi un suggerimento per il menù: la maggior parte vorrebbe inserire lasagne, hamburger e patatine, gelato e macedonia e, perché no, anche il kebab. Infine i piccoli utenti promuovono il personale di Ribò. Sono in sintesi i risultati - resi noti dall'Amministrazione comunale - della prima rilevazione del gradimento del servizio di refezione scolastica tra gli alunni svolta dal gestore Ribò attraverso questionari dove i piccoli utenti del servizio dovevano esprimersi attraverso l'uso di semplici emoticon, con la possibilità di dare anche consigli sulle portate e suggerimenti sul servizio.
    Dal punto di vista del gradimento, il primo piatto è apprezzato e infatti sul fronte del consumo il 68,4% degli alunni delle scuole primarie lo mangia tutto o quasi tutto. Un ulteriore 10,4% ne mangia metà, mentre il 18,8% ne mangia poco.
    Buono anche il secondo, che viene consumato tutto o quasi dal 57,6% dei bambini. Il 16% ne mangia metà e il 23,7% poco. Il meno gradito è il contorno e solo un alunno su tre lo consuma tutto o quasi tutto, mentre la maggior parte (47,9%) ne mangia poco. Gli alunni hanno anche espresso un giudizio positivo sul personale di Ribò in servizio nelle scuole, che nel 95% dei casi è stato definito "gentile". Tra le osservazioni e suggerimenti più ricorrenti c'è la richiesta di cibi più conditi, gustosi e croccanti e la lista contiene consigli che rispecchiano i sogni gastronomici dei piccoli utenti: rispetto al menù attuale i bambini chiedono infatti agli chef di poter avere in tavola salsiccia, lasagne, tortellini in brodo o al ragù, pasta alla carbonara, hamburger e patatine fritte, gelato e macedonia, fragole, cioccolato e piatti tipici di altri paesi come kebab e pietanze della tradizione cinese.
    Il progetto, che rientra nell'ambito delle azioni volte al miglioramento continuo della qualità della refezione scolastica, ha coinvolto 10 scuole (9 primarie e una secondaria di primo grado) per un totale di 5.564 schede analizzate per la primaria e 61 per la secondaria di primo grado. I questionari sono stati sottoposti agli alunni in tre giornate campione scelte in aprile tenendo conto della diversa rotazione settimanale dei menù nei tre centri di produzione pasti. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Daniela e Nicoletta Arduini - Casa del Materasso

Casa del Materasso di Parma: “Se avete dolori muscolari spesso dipende dal vostro materasso”

Secondo Daniela e Nicoletta Arduini il modo in cui si dorme influenza la nostra salute


dott. Domenico Berardi

Domenico Berardi: arriva il cristallino artificiale per avere gli occhi di un ventenne a qualsiasi età

L’oculista parmigiano svela la nuova frontiera della chirurgia alla cataratta che eli-mina anche miopia e presbitismo


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna