Maltempo, riparato l'argine del fiume Montone

Prosegue il lavoro di prosciugamento con le idrovore. E si attenua ancora l'allerta

È stata riparata la 'falla' dell'argine del fiume Montone, nel Forlivese, che, cedendo, ha provocato da lunedì sera l'allagamento di circa 160 ettari nella zona della frazione di Villafranca. "La ferita è chiusa", ha confermato su Facebook il sindaco di Forlì Davide Drei. La breccia si era aperta nei pressi del ponte dell'A14 e per intervenire era stata chiusa una corsia dell'autostrada. Continua il lavoro con le idrovore per cercare di prosciugare le zone allagate.

Intanto si attenua ancora l'allerta di Arpae e Protezione civile sull'Emilia-Romagna, passando da codice arancione a giallo per criticità idraulica o idrogeologica nei bacini, sulla pianura e nella costa romagnola, nella pianura emiliana centrale, orientale e nella costa ferrarese. Nessun fenomeno meteo viene infatti segnalato ai fini dell'allertamento. La criticità rimanente è dovuta al lento deflusso delle piene di Secchia e Reno e resta una situazione di criticità locale 'arancione' solo sulla sezione di Gandazzolo Reno e Savena.

La Procura di Forlì si sta interessando ai danni provocati dal maltempo di questi giorni. In particolare, l'ufficio giudiziario guidato dal procuratore Maria Teresa Cameli, sta valutando se ci sono eventuali responsabilità di ipotesi colposa sull'esondazione del fiume Montone e sul cedimento dell'argine. L'argine, nei pressi dell'A14, si è rotto lunedì sera ed è stato riparato nella notte di martedì: la fuoriuscita dell'acqua ha provocato l'allagamento di circa 160 ettari di terreno nella zona della frazione Villafranca.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna