Bologna, tassista e netturbino aggrediti a sprangate

Gruppo di ragazzi non voleva spostarsi da portico

Brutale aggressione nel cuore di Bologna. Un operatore ecologico di Hera e un tassista sono finiti in ospedale dopo essere stati presi a sprangate da un gruppo di giovani che non voleva spostarsi dalla strada che l'uomo doveva pulire. Ad avere la peggio è stato Hendrik Atti, il tassista, 40 anni, che ha assistito all'aggressione ed è intervenuto per difendere il netturbino.

È ricoverato all'ospedale Maggiore con un trauma cranico e uno al torace, diverse costole rotte e varie contusioni e ne avrà per tre settimane. Il fatto è avvenuto verso l'una e trenta in via Ugo Bassi, nel centro di Bologna, e la Polizia ha subito rintracciato tre degli aggressori. Si tratta di un ragazzo di 30 anni e di un 22enne. Entrambi sono stati arrestati per lesioni personali pluriaggravate e denunciati per avere danneggiato l'auto del tassista. Denunciata anche una ragazza bolognese di 28 anni per lesioni personali pluriaggravate e minacce, sempre rivolte al tassista. Altri due componenti del gruppo sono scappati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna