Napoli: Quattro candidati alle primarie del centrosinistra

In corsa Valente, Bassolino, Sarracino e Marfella. Si vota domenica dalle 8 alle 21 in 83 seggi allestiti in città

I candidati in corsa per le primarie del centrosinistra a Napoli sono quattro. In tre sono iscritti al Partito democratico mentre il quarto è indipendente del Partito socialista.

Antonio Bassolino, 69 anni, già sindaco di Napoli e per due volte presidente della Regione Campania (è stato anche ministro del Lavoro e più volte deputato) ha deciso di riprovarci nei mesi scorsi.

A sfidarlo per la candidatura di sindaco c'è Valeria Valente del Pd. Avvocato ed ha 40 anni. Il suo impegno politico parte da lontano, ovvero dai movimenti studenteschi. Poi l'approdo in consiglio comunale a Napoli e la nomina ad assessore con la giunta di Rosa Russo Jervolino dove guida prima l'assessorato alle Pari Opportunità e poi quello al Turismo, proprio negli anni dell'emergenza rifiuti.

Antonio Marfella, 59 anni, medico dell'ospedale "Pascale" di Napoli, rivendica invece con orgoglio la sua appartenenza al mondo della società civile.

In campo è sceso come indipendente del Partito socialista ed è da tempo impegnato con le associazioni ed i movimenti che denunciano con forza lo scempio della "Terra dei fuochi".

Il quarto candidato è invece Marco Sarracino, 26 anni, studente universitario, segretario dei giovani di Napoli e che ha un segno nel cassetto: quello di far diventare Napoli "una città europea, una delle città delle opportunità". I seggi allestiti per le primarie a Napoli sono 83, nelle varie municipalità.

Per sapere dove esprimere il voto basta consultare il sito.

Si voterà domenica prossima - 6 marzo - dalle 8 alle 21. Lo spoglio avverrà subito dopo: insomma nella notte tra domenica e lunedì si consocerà il nome di chi sfiderà innanzitutto il sindaco uscente Luigi de Magistris e Gianni Lettieri del centrodestra. Non si consoce ancora il nome del candidato sindaco del M5s. Alle primarie di Napoli, come si apprende dal sito web dedicato, potranno votare tutti i cittadini napoletani che abbiano compiuto 16 anni alla data del 6 marzo, nonché tutti i cittadini Ue residenti in città. Immigrati Ue e sedicenni potranno votare solo dopo la preiscrizione sul sito web. Al seggio bisognerà presentarsi munito di un valido documento di riconoscimento, del certificato elettorale e contribuire all'organizzazione versando un euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Napoli

Progetto Caltanissetta e Caserta sicure e moderne