Assegnati premi per 6/o 'Words of Wine'

Con Consorzio di Tutela Abruzzo il vino in vetrina

(ANSA) - PESCARA, 1 GIU - "Anche quest'anno abbiamo fortemente voluto dare seguito al tradizionale appuntamento con il premio giornalistico Words of Wine, perché è necessario parlare dell'Abruzzo, una regione ricca di potenzialità, ma ancora poco riconosciuta come territorio enologico al pari delle qualità dei suoi vini". Lo ha detto Valentino Di Campli, presidente del Consorzio Tutela Vini d'Abruzzo, in occasione della sesta edizione del premio che ogni anno viene assegnato dal Consorzio ai giornalisti che si sono distinti trattando temi legati all'enologia abruzzese. Il premio internazionale Words of wine quest'anno è andato ai giornalisti Lucia Buffo del Tg2 Eat Parade, a Lara De Luna della Repubblica Sapori e a Ivan Masciovecchio della rivista Tesori d'Abruzzo.
    Ognuno di loro, in modo diverso, ha raccontato nei propri servizi giornalistici le tante sfaccettature del vino abruzzese che insieme alla cultura vitivinicola raccoglie nuovi adepti ogni anno; tanti giovani si avvicinano al mondo della produzione vitivinicola, nonostante spesso sfugga loro il valore intrinseco che questo prodotto racchiude in sé. "Questo premio - ha concluso il presidente Di Campli - è la tappa successiva di un vasto piano promozionale avviato dal Consorzio Tutela Vini d'Abruzzo già nel 2018, sia a livello nazionale che all'estero, incentrato sulla valorizzazione dei vini abruzzesi a denominazione DOP (DOC e DOCG) e IGT, e di tutto lo straordinario territorio regionale".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere