L'antica vendemmia a Città Sant'Angelo

Raccolta manuale dell'uva, pigiatura e trasporto su conche

(ANSA) - CITTA' SANT'ANGELO (PESCARA), 20 SET - A Città Sant'Angelo rievocazione storica della vendemmia in contrada Gaglierano, promossa dai locali vignaioli con Coldiretti e patrocinio del Comune. Gruppi di agricoltori in costume d'epoca hanno raccolto manualmente le uve di Montepulciano con cesti e canestri portati a mano, a spalle e con gli asini fino alle cantine aziendali. A seguire pigiatura e inizio della torchiatura, poi trasporto del mosto con conca di rame sulla testa di due donne.
    "Un modo per avvicinare i più giovani all'agricoltura e alla storia dei nostri padri - commenta Coldiretti - e per far scoprire ai più piccoli l'affascinante rito della vendemmia. Si tratta di una manifestazione a scopo puramente rievocativo che non può tenere in considerazione i tanti accorgimenti considerati dagli imprenditori agricoli per ottenere un buon vino. Regole diverse che vanno dall'evitare di raccogliere l'uva bagnata da pioggia, rugiada o nebbia all'orario della raccolta, che dovrebbe evitare le ore più calde per impedire l'inizio di fermentazioni o il trasporto dei grappoli in contenitori non troppo capienti verso locali in cui la vinificazione deve essere effettuata nel più breve tempo possibile per evitare fermentazioni o macerazioni indesiderate".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere