Franceschini, no a censure sulla cultura

Ministro, sul programma non può esserci intromissione Comune

(ANSA) - ROMA, 12 SET - "La cultura deve essere libera da pressioni e interferenze politiche. Sul programma del Festival degli incontri a L'Aquila non può e non deve esserci alcuna intromissione nè da parte del Mibac nè da parte del Comune": è la posizione del ministro per i beni culturali Dario Franceschini espressa su twitter dopo il botta e risposta tra Silvia Barbagallo, direttrice artistica del Festival degli Incontri all'Aquila, e il sindaco della città Pierluigi Biondi, sulla presenza in cartellone di Roberto Saviano e Zerocalcare.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere