Tariffe:A24/A25:parlamentari M5s,valutare revoca concessione

(ANSA) - PESCARA, 3 GEN - I parlamentari del M5S Vacca, Castaldi, Blundo, Colletti, Del Grosso, e i consiglieri regionali d'Abruzzo Marcozzi, Mercante, Pettinari, Ranieri e Smargiassi annunciano l'invio di una lettera al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Del Rio per chiedere un intervento urgente a tutela dei cittadini che percorrono ogni giorno le autostrade A24 e A25.
    "I rincari di quasi il 13% dei pedaggi autostradali delle due autostrade A24 e A25 che collegano l'Abruzzo con il Lazio sono l'ennesimo schiaffo dato ai cittadini - afferma il deputato pescarese M5S Gianluca Vacca - in particolare agli abruzzesi, che non solo devono percorrere da mesi un'autostrada in gran parte a corsia unica, a causa dei lavori urgenti di manutenzione in corso, ma si vedono costretti a pagare ben 3 volte, e con tariffe spropositate, un'infrastruttura pubblica, che dovrebbe appartenere a loro. "È ora che questo governo si assuma le proprie responsabilità e intervenga per evitare questa ennesima catastrofe per gli abruzzesi - aggiunge Vacca -. Un governo serio e coscienzioso la smetterebbe di fare regali costosi ai concessionari, Strada dei Parchi compresa, e inizierebbe invece a prendere in considerazione la revoca della concessione, visto che l'interesse pubblico non viene praticamente mai tutelato".
    "Un'ultima considerazione è d'obbligo: a quanto ammonterebbero i rincari dei pedaggi qualora venisse approvato il progetto da svariati miliardi di euro portato avanti dal concessionario e al momento fortunatamente bocciato? Come può essere credibile chi afferma che non ci saranno rincari per i cittadini, alla luce di quello che sta accadendo?" conclude il deputato pentastellato.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere