Petrolio: D'Alfonso, niente ufo davanti a coste abruzzesi

(ANSA) - PESCARA, 14 MAG - ''Niente ferri al largo dell'Abruzzo, niente ufo in mezzo al mare...''. Spiega così all'Ansa il candidato del centrosinistra Luciano D'Alfonso la sua posizione sulle trivelle per i pozzi petroliferi a pochi chilometri dalle spiagge dell'Adriatico.
    Non è casuale il riferimento agli 'ufo', visto che sul web 'impazza' in questi giorni un filmato realizzato da D'Alfonso dove ''non oggi, ma sei mesi fa, facevo riferimento alla difesa contro gli 'extraterrestri' per difendere le bellezze del nostro mare'', dice l'ex sindaco di Pescara.
    Proprio per chiarire il valore delle sue parole e rispondere all'ironia che sta circolando sulla battuta relativa agli 'ufo' D'Alfonso spiega che ''l'Adriatico è il primo parco naturale d'Abruzzo e noi difenderemo la regione da ogni aggressione umana, quindi useremo ogni strumento politico e istituzionale per dire al Governo che l'Abruzzo non ritiene giusto che al largo delle sue coste ci siano i 'ferri', gli 'ufo' come le piattaforme a mare di Ombrina o i progetti su Rospo Mare - insiste il candidato del centrosinistra - Al governo diremo inoltre che faremo in modo che l'acqua dolce dei fiumi abruzzesi, che oggi hanno parecchi problemi, dovrà essere messa a posto per sposarsi bene con l'acqua salata del mare'', conclude D'Alfonso riferendosi alla perdita di ben 4 Bandiere Blu per colpa dell'inquinamento dei fiumi abruzzesi.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere