Tlc

Cingolani, piano di digitalizzazione del Mite

"Vorrei lasciare un ministero digitale e internazionalizzato"

(ANSA) - ROMA, 16 MAR - "Vorrei avviare un corposo piano di digitalizzazione del Ministero della Transizione ecologica.
    Voglio digitalizzare gli uffici, la rete dei parchi e le principali attività di monitoraggio del territorio, integrando tutte le tecnologie disponibili, dal cloud all'intelligenza artificiale ai sensori a terra ai droni. L'Italia deve diventare una nazione sicura e smart, in grado di dispoprre dei migliori strumenti per l'acquisizioni dei dati del territorio, per pervenire le calamità naturali. Vorrei lasciare a chi verrà dopo un Ministero digitalizzato e internazionalizzato". Lo ha detto stamani il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, presentando in teleconferenza le linee guida del suo ministero alle Commissioni Ambiente ed Attività produttive di Camera e Senato.
    "Questo sarà un ministero che davvero dovrà confrontarsi su base giornaliera con le grandi istituzioni internazionali - ha detto ancora il ministro -. Dovrà essere molto internazionalizzato e molto digitale, per sostenere il paese in quel ruolo che io spero sarà di guida nel mondo della sostenibilità e della tutela dell'ambiente". Insieme alla digitalizzazione, Cingolani ha annunciato che il Ministero sarà potenziato "sotto il profilo delle risorse umane, con competenze tecniche ed esperienze internazionali". Per questo "proseguiranno le procedure concorsuali in essere". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie