Wsj, Usa discutono rimpatrio in Cina di 'Lady Huawei'

Cina, l'arresto di Meng è un caso politico

Il governo statunitense e il colosso della tecnologia cinese Huawei stanno cercando un accordo per consentire il rimpatrio in Cina di Meng Wanzhou, direttrice finanziaria dell'azienda, soprannominata 'Lady Huawei'. Lo scrive il Wall Street Journal. Meng è stata arrestata in Canada su mandato d'arresto Usa nel 2018 - Huawei è accusata di aver violato le sanzioni americane contro Teheran - e si oppone all'estradizione negli Stati Uniti. La vicenda ha creato un'ulteriore crisi tra Washington e Pechino.

La Cina ha chiesto nuovamente il rilascio della manager. "Meng è innocente e non ha commesso alcun crimine che Usa o Canada le attribuiscono", ha detto la portavoce del ministero degli Esteri Hua Chunying sulle ipotesi riportate dal Wsj. "Il caso è un grave incidente politico. La deliberazione e l'azione del governo Usa non derivano da cause legali, ma dall'agenda per sopprimere le società hi-tech cinesi", ha aggiunto.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie