Apple, app per persone prima linea

Con Università Stanford, software valuta se passare a test

Apple e l'Università di Stanford collaborano per un'app dedicata a chi è in prima linea nell'emergenza coronavirus, come polizia, vigili del fuoco e paramedici, al momento disponibile sono in una parte degli Stati Uniti. L'applicazione si chiama 'First Responder COVID-19' e, oltre a fornire notizie aggiornate e una guida completa su come proteggersi, include uno screening per determinare se l'operatore deve sottoporsi ad un test.

Rispondendo ad una serie di domande su sintomi, anamnesi e esposizione al rischio, il software stabilisce se l'operatore debba o meno richiedere un test. In caso affermativo può programmare un appuntamento ad alta priorità e sostenere il test senza neanche scendere dal veicolo, presso uno dei sette centri sanitari allestiti da Stanford Medicine nella Bay Area di San Francisco.

Al momento l'app, come riporta il sito Cnbc, è disponibile solo nelle contee di Santa Clara e San Mateo in California, ma il team di Stanford Medicine spera di espanderla a più lavoratori in prima linea, inclusi quelli che lavorano nei supermercati, e in più contee e stati degli Usa. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie