Tinder e Instagram trovano ossigeno e farmaci in India

Sempre più iniziative 'dal basso' per affrontare carenze

(ANSA) - ROMA, 05 MAG - In India per far fronte alla situazione drammatica sempre più persone si rivolgono ai social, da Twitter a Facebook per arrivare persino alla app di appuntamenti Tinder per trovare ossigeno, farmaci antivirali e dispositivi medici necessari contro il Covid. Nel paese, riporta la rivista del Mit Technology Review, sono nati gruppi spontanei che cercano di utilizzare il crowdsourcing, lo sviluppo dal 'basso', per reperire le risorse.
    L'idea di usare Tinder, si legge nel sito, è venuta a Sohini Chattopadhyay, una ragazza di 30 anni che cercava un donatore di plasma iperimmune per un amico. Lei e altri ragazzi hanno aperto dei profili mettendo il 'like' a tutte le persone che sembravano avere le caratteristiche adatte per poter donare, riuscendo alla fine a trovare un donatore.
    Su Twitter e Instagram invece sono diverse le persone che mettono in comune le informazioni. Una di queste, Aanchal Agrawal, ha iniziato con un semplice post in cui chiedeva "Ci sono posti in terapia intensiva a Delhi?" e ha finito per smistare informazioni a 400 persone al giorno, aiutata da un team di volontari. Un sito creato ad hoc sempre per lo scambio di informazioni, covid19-twitter.in, ha avuto oltre 200mila visitatori in meno di una settimana. Parallelamente alle iniziative 'dal basso' anche il governo ha attivato una serie di piattaforme per dare informazioni sulle disponibilità. "Non c'è un singolo approccio corretto - spiega Giridhara Babu, epidemiologo della Public Health Foundation of India -. l'unico modo di affrontare una crisi come questa è che il governo lavori in partnership con i cittadini". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie