Facebook elimina 216 account in Birmania

Accusati di manipolazione, alcuni erano collegati all'esercito

La lotta di Facebook a fake news e propaganda arriva fino in Myanmar, dove il social ha annunciato di aver chiuso 216 tra pagine, gruppi e profili - alcuni dei quali legati alle forze armate - accusati di voler "manipolare" il dibattito pubblico.

    Il social network in una nota ha spiegato di aver rimosso 89 profili, 107 pagine e 15 gruppi di Facebook, più 5 profili su Instagram. Si tratta di account molto popolari: le pagine erano seguite da 900mila persone e i gruppi contavano 67mila membri.

    "Sebbene le persone dietro queste attività abbiano tentato di nascondere la loro identità, la nostra indagine ha scoperto che parte di tale attività era collegata a individui associati all'esercito birmano", si legge nella nota.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA