Facebook: Intelligenza artificiale contro il 'revenge porn'

Social annuncia anche un un centro di supporto per le vittime

Facebook mette in campo l'intelligenza artificiale contro il revenge porn, cioè la pubblicazione di immagini intime di una persona senza il suo consenso. Il social network annuncia una nuova tecnologia di rilevamento, volta a identificare le immagini per rimuoverle, e lancia un centro si supporto per aiutare le persone a rispondere quando subiscono questo tipo di abusi.

"Grazie all'apprendimento automatico e all'intelligenza artificiale, ora siamo in grado di rilevare in modo proattivo immagini o video che vengono condivisi senza autorizzazione su Facebook e Instagram. Ciò significa che possiamo trovare questi contenuti prima che qualcuno li segnali", spiega in un post Antigone Davis, Global Head of Safety di Facebook. "Persone appositamente formate esamineranno i contenuti individuati dalla nostra tecnologia", prosegue. "Se un immagine o un video viola i nostri standard lo rimuoveremo, e nella maggior parte dei casi disabiliteremo gli account che condivideranno contenuti intimi senza autorizzazione".

Accanto a questo, "stiamo lanciando 'Non senza il mio consenso', un centro di supporto alle vittime all'interno del nostroSafety Centerche abbiamo sviluppato insieme ad esperti", evidenzia Davis. "Qui le vittime troveranno organizzazioni e risorse che possono offrire loro sostegno, compresi gli strumenti da usare per rimuovere un contenuto dalla nostra piattaforma e impedirne l'ulteriore condivisione".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA