Facebook racconta le foto ai non vedenti

Arriva funzione dedicata, descrive elementi di una immagine

Dopo Twitter anche Facebook aiuta le persone non vedenti: lancia un sistema che si avvale dell'intelligenza artificiale e del riconoscimento degli oggetti e permette di descrivere agli ipovedenti le immagini che scorrono sul social network. "La tecnologia di riconoscimento dell'oggetto di Facebook si basa su una rete neurale composta da miliardi di parametri ed è addestrata attraverso milioni di esempi", spiega la società di Mark Zuckerberg.

La funzione si chiama testo automatico alternativo (alt text automatic) e permette alle persone che trovano una immagine, scorrendo Facebook, di ascoltare un elenco di elementi che la foto può contenere. Prima di oggi, si poteva solo sentire il nome della persona che aveva condiviso la foto, seguito dal termine 'foto'.

 

Automatic Alternative Text

Facebook accessibility specialist and engineer Matt King lost his vision completely in college. When he joined our accessibility team after more than 20 years in the accessibility field, one of the projects he was most excited to work on centered on using object recognition technology to automatically describe photos for people who are not able to see those photos. Today, with our launch of automatic alternative text, we're taking an important step towards achieving that goal.Automatic alternative text, or automatic alt text, is a new feature that generates a description of a photo through object recognition technology for someone who cannot see the photo. Before today, people who are visually impaired could only hear the name of the person who posted the photo as they scrolled past photos on Facebook. Now, if they're using a screen reader on iOS, they'll hear a richer description of the photo thanks to automatic alt text. For example, for a group photo on the beach, a person using a screen reader on iOS would now hear, “This image may contain: Three people, smiling, outdoors.” We are rolling this out in English over the next few weeks and will add more languages and platforms soon.Facebook's mission is to make the world more open and connected, and that means everyone, including the visually impaired community. Worldwide, more than 39 million people are blind, and over 246 million have a severe visual impairment. While this technology is still in its early stages, tapping its current capabilities to describe photos is a huge step toward providing our visually impaired community the same benefits and enjoyment that everyone else gets from photos. As Facebook becomes an increasingly visual experience, we hope our new automatic alt text technology will help the visually impaired community experience Facebook the same way others enjoy it.

Pubblicato da Facebook Accessibility su Lunedì 4 aprile 2016

 

Ecco come funziona: su un dispositivo iOS, abilitare VoiceOver chiedendo a Siri di “attivare VoiceOver”, o toccando su Impostazioni > Generali > Accessibilità > VoiceOver. Una volta abilitata, è possibile aprire l’applicazione di Facebook e scorrere il proprio News Feed o un profilo. Quando si passa su una foto, si sentirà questa tecnologia pronunciare alcuni elementi che la foto può contenere. 

"Ogni giorno, le persone condividono più di due miliardi di foto attraverso Facebook, Instagram, Messenger e WhatsApp - spiegano Shaomei Wu e Hermes Pique, ingegneri del team Accessibility che ha messo a punto questa funzione -. I contenuti visivi sono un modo divertente ed espressivo di comunicare online, per le persone non vedenti o gravemente ipovedenti, la creazione e fruizione di questi contenuti rappresenta una sfida. Con più di 39 milioni di persone non vedenti e più di 246 milioni di individui che hanno serie disabilità visive, molte persone possono sentirsi escluse dalle conversazioni riguardanti le foto su Facebook. Vogliamo costruire una tecnologia che aiuti la comunità non vedente a godere della migliore esperienza possibile del social network".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie