Cina, attaccato sito web anticensura

Coincide con rafforzamento pressione delle autorità cinesi

Un sito web che aiuta gli utenti cinesi di Internet ad aggirare la "Grande Muraglia di Fuoco" della censura ha affermato di essere oggetto di un massiccio attacco informatico che lo sta mettendo in difficoltà. Il sito, "GreatFire.org" afferma di essere bersaglio per la prima volta di un "attacco del tipo negazione del servizio" (DDoS nel linguaggio informatico), che ha coinciso con "un rafforzamento della pressione da parte delle autorità cinesi". 

La tecnica dei DDos consiste nell'inondare un sito di richieste fino a bloccarne il funzionamento. GreatFire.org afferma di ricevere, nel momento in cui ha diffuso il comunicato, 2,6 miliardi di richieste da parte degli utenti, cioe' "circa 2500 volte il livello normale". Fino ad ora non ci sono stati commenti da parte del governo cinese. GreatFire.org offre tra l' altro ai suoi utenti una lista continuamente aggiornata dei siti che vengono bloccati dalla censura cinese. Il sito afferma di essere un' organizzazione "non-profit" che "esplora le strade per arrivare all' autosufficienza" e non rivela in quale Paese e' basato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie