Twitter, possibile utilizzo delle emoji oltre i like

Il social pensa all'introduzione di reaction in stile Facebook

Presto Twitter potrebbe introdurre la possibilità di apporre delle 'reaction' ai post visualizzati dagli iscritti. Lo afferma il sito TechCrunch, che riporta di un sondaggio effettuato dal social network su una base ristretta di utenti. In particolare, il sondaggio ha proposto diversi set di emoji di reazione, tra cui un cuore, utilizzato attualmente per mettere like al post, una faccia che ride, una pensierosa e una classica icona con le lacrime. L'indagine, seppur non voglia dire che Twitter introdurrà con certezza le reaction in stile Facebook, fa ipotizzare che la compagnia ci stia pensando seriamente, come modo per consentire alle persone di lasciare un feedback veloce ai post che leggono sul flusso in bacheca.

"Stiamo cercando altri modi in cui gli iscritti possano esprimersi nelle conversazioni che avvengono su Twitter" ha spiegato un portavoce in un testo a corredo del sondaggio.

Questa non è la prima volta che il microblog ripensa alle modalità di interazione con i post. In precedenza, venivano utilizzate le stelle a mo' di 'mi piace', sostituite poi con il cuore. Nel 2020, la stessa Twitter aveva aggiunto reazioni emoji ai messaggi diretti. Nel frattempo, l'uso di reazioni in qualità di emoji è diventato comune sin dal debutto su Facebook nel 2015. Da allora, le hanno adottate tanti siti e app, come LinkedIn.

In risposta alla domanda di un utente sull'effettivo test delle reaction invece del solo like, il Chief Design Officer di Twitter, Dantley Davis, ha affermato : "Presto avremo qualcosa per te".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie