Ibm prevede emissioni zero di gas serra al 2030

Taglio del 65% entro il 2025, squadra Research al lavoro

Ibm raggiungerà entro il 2030 zero emissioni di gas serra. Un obiettivo che il colosso mondiale dell'informatica intende raggiungere attraverso la "riduzione effettiva delle proprie emissioni", l'efficienza energetica e l'incremento dell'impiego di energia pulita negli oltre 175 paesi in cui opera.

"Sono orgoglioso - ha commentato il presidente e amministratore delegato Arvind Krishna - che Ibm sia all'avanguardia nell'intraprendere azioni per ridurre significativamente le emissioni". "La crisi climatica - ha proseguito - è una delle questioni più urgenti del nostro tempo e l'impegno di Ibm è un coraggioso passo avanti che rafforza la nostra leadership sulla questione climatica e posiziona la nostra azienda anni avanti rispetto agli obiettivi stabiliti nell'accordo sul clima di Parigi".

In vista del traguardo finale Ibm si impegna a ridurre del 65% entro il 2025 le proprie emissioni di gas serra rispetto al 2010, reperire l'elettricità attraverso fonti rinnovabili, il 75% entro il 2025 e il 90% entro il 2030, e a "sfruttare tutte le tecnologie possibili, come quelle per la cattura del carbonio" per rimuovere le emissioni in una quantità "pari o superiore al livello delle proprie emissioni residue".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie