Hi-tech

Dubbi Usa su Face ID iPhone X, senatore scrive a Cook

Parlamentare esprime perplessità in termini di privacy su nuova tecnologia

NEW YORK - Il riconoscimento facciale introdotto nell'iPhone X non convince tutti a Washington. Il senatore Al Franken esprime perplessità in termini di privacy sulla nuova tecnologia di Apple. E scrive all'amministratore delegato Tim Cook chiedendo chiarimenti e rassicurazioni.

"Ho posto a Cook una serie di domande sul sistema Face ID, fra le quali le tutele che vengono offerte agli utilizzatori e se i dati raccolti saranno condivisi o venduti alle agenzie di marketing" afferma Franken, leader di minoranza della sottocommissione di Giustizia su Privacy e Tecnologia del Senato Usa, chiedendo ad Apple di rispondere alle sue 10 domande entro il 13 ottobre, ovvero alcune settimane prima del lancio ufficiale dell'iPhone X. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie