Apple Watch, in Usa ordinato da 1,7 milioni di persone

Analisti, ma domanda supera forniture, consegnato solo al 22%

La domanda di Apple Watch ha superato le forniture. Un nuovo indizio arriva dagli analisti di Slice Intelligence, secondo cui in Usa hanno ordinato (e pagato) online lo smartwatch 1,7 milioni di persone. Di queste solo 376mila, il 22%, avrebbero ricevuto il dispositivo il 24 aprile, giorno d'inizio delle vendite ufficiali.

Gli altri dovranno attendere anche oltre un mese. Proprio per un problema di disponibilità, per ora l'orologio si può comprare solo online e non nei negozi Apple. Molto probabilmente maggiori dettagli sui numeri arriveranno nelle prossime ore quando l'azienda renderà noti i risultati finanziari del secondo trimestre dell'esercizio fiscale, un momento per fare il punto anche sulle vendite dei dispositivi. 

La domanda si è mostrata alta da subito. Sempre secondo Slice Intelligence il 10 aprile, primo giorno di preordini in 9 Paesi, solo negli Usa le prevendite sono state 957mila e per molti che hanno ordinato i tempi di consegna sono slittati a giugno o oltre. Numeri elevati a fronte di una produzione che pare non ancora allineata alla richiesta. In un recente video ai dipendenti trapelato online, la responsabile dei negozi Apple Angela Ahrendts ammette che i clienti hanno "bombardato" il personale di domande, tra cui quella sulla possibilità di comprare l'orologio negli store il 24 aprile.

I problemi di disponibilità potrebbero anche accentuarsi se, come emerge da diverse indiscrezioni, entro la fine di maggio la vendita degli Apple Watch si estenderà ad altre nazioni, tra cui l'Italia, dove la boutique milanese 10 Corso Como ha confermato anche oggi all'ANSA che avrà lo smartwatch in vendita entro la fine del prossimo mese. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie