• Innovazione: i premi Angi da vernice anti-Covid allo spazio
ANSAcom

Innovazione: i premi Angi da vernice anti-Covid allo spazio

Ferrieri, ecco il nostro dream team italiano

ROMA ANSAcom

Dalla vernice anti-Covid di Loggia alle missioni spaziali pubblicitarie, dal primo tessuto sostenibile da agrumi alle mascherine per persone con disabilità. Sono ventisei i progetti tra scienza, tecnologia e ricerca premiati al premio Angi dedicato ai giovani innovatori.
"Abbiamo radunato un dream team dell'innovazione italiana, per il terzo anno di fila, al fianco di tutti i decisori pubblici e tutti i nostri sostenitori", afferma il presidente dell'Associazione nazionale giovani innovatori, Gabriele Ferrieri. "Abbiamo gettato solide basi - dichiara Ferrieri - per un 2021 in cui l'Angi possa dare il suo contributo per la ripresa economica e sociale del paese all'insegna dell'innovazione e della sostenibilita?".
È questo "un messaggio di speranza" in un contesto, secondo l'osservatorio "OpenUp Giovani e Innovazione", nel quale i ragazzi rischiano di assuefarsi alla crisi da pandemia. "Le principali difficolta? evidenziate dai giovani nel trovare lavoro sono rappresentate dalle scarse risorse per avviare un'attivita? o impresa (55,3%), poca attitudine all'innovazione e al rischio (33,1%) e poca comunicazione tra domanda e offerta (32,9%)", spiega il direttore del Comitato Scientifico di ANGI e direttore generale di Lab2101, Roberto Baldassari.
La premiazione è stata anche occasione di esplorare diversi modi per liberare le potenzialità dei giovani innovatori a partire dalle iniziative di grandi aziende e istituzioni. La presidente della Cabina di regia Benessere Italia presso la presidenza del Consiglio, Filomena Maggino, ha sottolineato il ruolo molto importante che le tecnologie giocheranno, per esempio, nel rimodellare i servizi territoriali alla persona, che è uno degli obiettivi degli accordi quadro che la cabina di regia sta facendo con reti di comuni.
Il responsabile della Funzione Technology & Solutions del Gruppo Acea, Ivan Vigolo, ha, invece, presentato l'impegno del gruppo per l'open innovation da cui "è nata anche Waidy, un'app sviluppata completamente all'interno del Gruppo, che rende 'smart' nasoni e case dell'acqua".
Mentre il presidente di Lazio Innova, Nicola Lasco, ha illustrato le 'challenge' della società inhouse della Regione per le piccole e medie imprese che vogliono prospettare soluzioni innovative per le grandi imprese. "Abbiamo fatto 15 challenge da quando è iniziato il programma e l'ultima è con Thales Alenia Space", ha raccontato Lasco.
Il presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria, Riccardo Di Stefano, ha sottolineato l'importanza delle politiche attive per il lavoro, da separare dalla parte assistenziale del reddito di cittadinanza, "magari con un'alleanza pubblico-privato per far sì che si passi dal tema del posto fisso al tema dell'occupabilità".
Il dibattito si è allargato anche ai temi internazionali con il presidente di Simest-gruppo Cdp, Pasquale Salzano, che ha presentato le opportunità offerte da strumenti come l'export manager e l'affiancamento nel capitale dell'istituzione come socio di minoranza "per accompagnare le Pmi nel processo di internazionalizzazione all'estero in maniera solida ma senza intervenire nella governance".
Quello che anche le istituzioni europee possono fare per l'innovazione è stato al centro degli interventi, tra gli altri, del vicepresidente Parlamento Europeo, Fabio Massimo Castaldo, e del capodelegazione PD del Parlamento Europeo Brando Benifei. Mentre il direttore Generale della Presidenza del Consiglio, Francesco Tufarelli, ha approfondito la spinta per l'innovazione che arriverà anche dal recovery plan.
La premiazione è si svolta in modalità "Figital" (presenza fisica e collegamento video) con il contributo di rappresentanti delle istituzioni nazionali ed europee, delle aziende e del mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport. Quest'ultimo era rappresentato dal ministro Vincenzo Spadafora, dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, e dai campioni di tennis Matteo Berrettini, e di atletica leggera Filippo Tortu, che hanno mandato il loro incoraggiamento ai giovani innovatori dell'Angi.
Per il governo è intervenuto anche il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro, che ha parlato delle opportunità rappresentate dal "nuovo rinascimento" dello spazio anche per piccole imprese e start up. La ministra per l'innovazione Paola Pisano ha parlato dell'importanza che anche il pubblico faccia la sua parte per "far crescere l'ecosistema dell'innovazione". La ministra per la Pubblica amministrazione, Fabiana Dadone, ha rivendicato la forte accelerazione che c'è stata nell'innovazione organizzativa del pubblico impiego. La ministra per le Politiche agricole, Teresa Bellanova, ha rimarcato quanto anche un settore legato alla tradizione come l'agricoltura sia "un laboratorio di innovazione costante". La ministra per il Lavoro, Nunzia Catalfo, ha infine presentato come intende aiutare i giovani a diventare imprenditori anche con hub innovativi e academy .

 

In collaborazione con:
ANGI

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie