• Die Welt choc. Ira di Di Maio: 'Toni vergognosi, Berlino si dissoci'. Anche Salvini all'attacco

Die Welt choc. Ira di Di Maio: 'Toni vergognosi, Berlino si dissoci'. Anche Salvini all'attacco

Il quotidiano tedesco scrive che la mafia italiana starebbe aspettando i soldi europei

 "Un'affermazione vergognosa e inaccettabile. Spero che il governo tedesco ne prenda le distanze. L'Italia piange oggi le vittime del Coronavirus, ma ha pianto e piange le vittime della mafia. Non è per fare polemica ma non accetto che in questo momento si facciano considerazioni del genere". Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, intervistato a Uno Mattina, in merito ad un articolo del quotidiano Die Welt, secondo il quale la mafia starebbe aspettando gli aiuti europei.

"Noi non vogliamo che altri Paesi paghino i nostri debiti, l'Italia i propri debiti li ha sempre pagati. Vogliamo creare le condizioni di mercato affinché si possano spendere tutti i soldi che servono per le infrastrutture, quindi in lavoro, in innovazioni tecnologiche", ha aggiunto, in merito alla trattativa in corso nell'Unione europea, dove, ha sottolineato, "si sta decidendo se l'Italia può spendere tutti i soldi che servono per aiutare giovani e meno giovani".

"'Italiani (mafiosi) da tenere sotto controllo con la Commissione europea'. Vergognatevi, a Berlino e a Bruxelles sciacquatevi la bocca prima di parlare di Italia e chiedete scusa!". Lo scrive su twitter Matteo Salvini commentando un articolo del quotidiano Die Welt, secondo il quale la mafia starebbe aspettando gli aiuti europei.

"'Frau Merkel resti ferma' è il titolo di un articolo di Die Welt che denigra l'Italia. Frau Merkel deve invece condannare questo articolo e dimostrare che la Germania e l'Unione europea non si fanno guidare da stereotipi inaccettabili come quello degli italiani mafiosi. E' scandaloso che la stampa tedesca si scagli in questo modo barbaro contro l'Italia, un Paese che sta lottando duramente per sconfiggere la pandemia e non essere schiacciato dalla crisi economica. Ci aspettiamo una ferma presa di distanza e scuse pubbliche ma, soprattutto, ci aspettiamo forme concrete di sostegno e solidarietà dal governo tedesco. Basta egoismi, basta calcoli propagandistici legati agli equilibri politici interni: se l'Europa unita esiste, questo è il momento di dimostrarlo. La stragrande maggioranza degli italiani è gente per bene, che sta affrontando sacrifici enormi e che si rimbocca le maniche. Quello che chiediamo sono i mezzi necessari per far ripartire l'economia, ferma a causa del Coronavirus". Lo afferma Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia.

"Inaccettabile quanto scrive il Die Welt: ci sono migliaia di morti e non abbiamo alcuna responsabilità. Purtroppo un tedesco si è infettato ma non diamo certo alcuna colpa alla Germania. Che c'entra mettere in mezzo la mafia?". Lo afferma il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani a Tgcom24

"Secondo il quotidiano tedesco Die Welt "la mafia aspetta soltanto una nuova pioggia di soldi da Bruxelles e quindi gli italiani devono essere controllati dalla Commissione europea".Per questi signori siamo un popolo di mafiosi che va tenuto d'occhio per impedirgli di rubare i loro soldi.E noi dobbiamo rimanere in Europa per mantenere la ricchezza di Germania,Olanda e Austria per essere trattati così?". È quanto dichiara Maria Cristina Caretta, deputata di Fratelli d'Italia.

"Quando ci sono da prendere decisioni, mettersi in discussione, il #DieWelt tira fuori il peggio della propaganda anti italiana. Spero Berlino prenda le distanze. Qualche Stato Ue non vuole aiutare? Abbia il coraggio di dirlo senza insinuare. Sapremo come muoverci. #Eurobonds". Lo scrive su twitter il presidente della commissione Politiche dell'Unione Europea Sergio Battelli (M5S).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie