• Decreto sicurezza, Anpi: 'Stravolta la Costituzione'. Salvini: 'Tornano ordine e rispetto'

Decreto sicurezza, Anpi: 'Stravolta la Costituzione'. Salvini: 'Tornano ordine e rispetto'

I partigiani invitano alla Resistenza: 'Non rassegniamoci al declino'

Botta e risposta tra l'Anpi e il vicepremier Matteo Salvini dopo l'approvazione del decreto sicurezza. "Con l'approvazione del decreto sicurezza - accusa l'Anpi - si stravolge di fatto la Costituzione e l'Italia entra nell'incubo dell'apartheid giuridico. È davvero incredibile che sia accaduto un fatto simile, che sia stato sferrato un colpo così pesante al diritto di asilo, all'accoglienza, all'integrazione. A un modello che ha portato ricchezza e convivenza civile a quelle comunità che hanno avuto la responsabilità e il coraggio di sperimentarlo". L'associazione dei partigiani, invita alla 'mobilitazione e alla resistenza'.

"I nostalgici delle bandiere rosse parlano di 'incubo' e invocano la 'resistenza civile'... Che paura!. L'INCUBO erano i governi della sinistra, cacciati dagli italiani. Ora tornano finalmente ordine e rispetto. La pacchia è STRA-FINITA!". Lo scrive in un twitter il vice-premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini replicando all'Anpi che ha sostenuto che "con l'approvazione del decreto sicurezza si stravolge di fatto la Costituzione e l'Italia entra nell'incubo dell'apartheid giuridico" ed ha invitato "alla "resistenza".

Interviene anche il Pd, ch ieri in Aula ha protestato con delle maschere bianche sul volto per dire no al provvedimento perché creerà 'persone invisibili'.  La proposta di Martina agli altri candidati al congresso è di raccogliere le firme per un referendum abrogativo del decreto ai gazebo delle primarie del Pd del 3 marzo. 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie