Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Ucraina: la cronaca della giornata, banche rifiutano bond russi in rubli

Ucraina: la cronaca della giornata, banche rifiutano bond russi in rubli

Il premier ungherese: "I russi sanno che siamo avversari". L'Onu denuncia almeno 1.563 vittime civili, di cui 130 bambini.

22.04 - A Mariupol quasi 50 persone sono bruciate vive durante il bombardamento di un ospedale pediatrico da parte degli occupanti russi. Lo ha affermato il sindaco della città Vadym Boychenko durante una tavola rotonda in collegamento video sulle "Conseguenze politiche e legali dei crimini della Federazione Russa contro l'Ucraina", riporta Unian.

20.56 -
"Apprezzo l'iniziativa di avviare le consultazioni con l'Italia perché diventi garante della sicurezza ucraina. Questo è il risultato del dialogo tra il presidente Zelenski e del premier Draghi e anche del mio rapporto con il vostro ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che oltre a essere un mio collega è anche un amico". Lo ha detto il capo della diplomazia ucraina Dmytro Kuleba in un'intervista al Tg1. "Con l'Italia abbiamo condiviso ciò che ci aspettiamo, e adesso aspettiamo la risposta italiana su come Roma vede una potenziale garanzia di sicurezza. Sono certo che raggiungeremo un accordo", ha aggiunto Kuleba.

20.12 - Il pagamento in rubli di cedole di eurobond con scadenza 2022 e 2024 per 584,92 milioni di euro di controvalore non è stato accettato dalle banche internazionali. È quanto apprende l'ANSA da fonti finanziarie.

19.42 - Armi straniere ricevute dall'Ucraina sono state distrutte nella regione di Kharkiv. Lo afferma il ministero della Difesa russo, riporta Interfax.

19.34 - "I nostri servizi segreti ci dicono che la Russia cerca di nascondere i propri delitti e per questo sta usando forni crematori mobili (a Mariupol, ndr) per bruciare i cadaveri delle nostre donne e bambini. Gli stessi forni crematori li sta usando anche per il proprio esercito. Li hanno portati dalla Crimea e li stanno usando anche per bruciare i propri soldati, di modo che non li vedano in Russia, immaginate se dovessero vedere migliaia di cadaveri che tornano in patria".Lo ha detto a Sky TG24 la vicepremier ucraina Iryna Vereshchuk spiegando che "Putin sta usando i forni crematori per nascondere tutte le sue azioni da delinquente.

19.14 - La guerra in Ucraina è tutt'altro che conclusa: lo ha detto Joe Biden ad un evento pubblico, ribadendo che gli Usa sono pronti a sostenere Kiev a lungo.

18.25 - Le truppe russe si sono "completamente ritirate" dalle zone di Kiev e Kharkiv. Lo riferiscono fonti del Pentagono secondo quanto riportato dalla Cnn. La Difesa americana ha ribadito che adesso il fronte più duro della battaglia si è spostato nell'est dell'Ucraina.

17.30 - La chiusura delle ambasciate europee a Mosca non è all'ordine del giorno. Lo ha fatto sapere il ministero degli Esteri russo citato da Interfax.

17.11 - "I russi sanno che noi facciamo parte della Nato e che siamo avversari. Noi condanniamo l'aggressione all'Ucraina". Lo ha detto il rieletto premier ungherese Viktor Orban, in conferenza stampa a Budapest, chiarendo la sua posizione sul conflitto. Vladimir Putin era stato fra i primi a congratularsi lunedì per la vittoria elettorale e gli aveva proposto una "partnership".

16.46 - Il presidente americano Joe Biden firmerà un ordine esecutivo che vieta nuovi investimenti in Russia. Lo riferisce la Casa Bianca. La misura, si basa sulla decisione presa da oltre 600 aziende multinazionali di lasciare la Russia. Tra le nuove misure annunciate anche sanzioni a cruciali imprese statali russe.

16.29 - Le nuove sanzioni varate dagli Usa, in raccordo con G7 e Ue, contro la Russia colpiranno le figlie di Vladimir Putin, Maria e Iekaterina, e la figlia del ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov. Lo ha confermato un alto funzionario dell'amministrazione Usa in un punto con la stampa. "Sappiamo - ha spiegato la fonte - che Putin e i suoi sodali usano le loro famiglie per nascondere i loro beni, per questo abbiamo deciso di congelare anche gli asset dei parenti". Le nuove sanzioni che gli Usa, in raccordo con Ue e G7, annunceranno oggi contro la Russia colpiranno la Sberbank, la più grande istituzione finanziaria del Paese, e la più grande banca privata, Alphabank. Lo riferisce un alto funzionario dell'amministrazione Usa in un punto con la stampa. "Si tratta della misura più dura presa sinora". L'obiettivo, sottolinea la fonte, è creare un "shock finanziario" per Mosca. Con le nuove misure "2/3 del settore bancario russo è stato colpito".

16.23 - Sono almeno 1.563 le vittime civili dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina, tra cui 130 bambini. Lo rende noto l'ufficio dell'Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani (Onchr), aggiungendo che i feriti sono almeno 2.213, di cui 188 minori, e precisando che le cifre sono probabilmente sottostimate, viste le difficoltà negli accertamenti sul terreno.

16.01 - Nella conversazione con il premier ungherese Viktor Orban, il presidente russo Vladimir Putin ha respinto le accuse a Mosca sui crimini di guerra a a Bucha, parlando di "provocazioni rozze e ciniche" da parte dell'Ucraina. Lo riferisce il Cremlino, secondo cui i due leader hanno inoltre discusso delle relazioni bilaterali e dei colloqui con Kiev. Lo riferisce il Cremlino.

15.39 - "Ci sono prove sufficienti che la Russia non sia colpevole di crimini a Bucha". Lo ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova, citata dalla Tass, accusando l'Ucraina di aver attuato una "provocazione" e "i media occidentali" di esserne "complici", allo scopo di imporre un nuovo pacchetto di sanzioni e sabotare i negoziati con Kiev. "Nemmeno un civile è stato colpito durante la permanenza delle forze russe a Bucha", ha sostenuto Zakharova.

15.32 - La posizione russa secondo cui i cadaveri ritrovati nella città ucraina di Bucha sarebbe una messa in scena "non è sostenibile" alla luce delle immagini satellitari che sono state diffuse: lo afferma il portavoce del governo tedesco Steffen Hebestreit in una conferenza stampa a Berlino. "Le spiegazioni fornite dalla parte russa, secondo cui il massacro sarebbe stato inscenato o la Russia non sarebbe responsabile degli omicidi, non sono sostenibili ai nostri occhi" a seguito di una "valutazione delle immagini satellitari" pubblicata sulla stampa, ha affermato Hebestreit. "Le forze armate e di sicurezza russe sono state dispiegate in questa regione il 3 marzo", ha detto, aggiungendo che "questi sono gli elementi che abbiamo". "Ci sono analisi di immagini satellitari scattate tra il 10 e il 18 marzo 2020" che "mostrano che le vittime di Bucha giacevano lì almeno dal 10 marzo. Indicazioni credibili mostrano che dal 7 marzo e fino al 30 marzo compreso le forze russe erano presenti nella zona", ha affermato. "Gli omicidi mirati da parte di unità delle forze armate e di sicurezza russe sono quindi la prova che il presidente russo Putin quanto meno ha accettato queste violazioni dei diritti umani e crimini di guerra pur di raggiungere i suoi obiettivi", ha affermato Hebestreit.

15.19 - "L'Ucraina ha bisogno urgente di sostegno militare, sia armi pesanti che armi leggere. Ecco perché è necessario che gli alleati concordino su che aiuto fornire". Lo ha detto Jens Stoltenberg, il segretario generale della Nato, aprendo il consiglio atlantico al livello dei ministri degli Esteri.

15.12 - "Dobbiamo essere pronti ad un lungo confronto con la Russia, per questo dobbiamo mantenere le sanzioni e rafforzare la nostra difesa". Lo ha detto Jens Stoltenberg, il segretario generale della Nato, aprendo il Consiglio atlantico al livello dei ministri degli Esteri.

14.52 - Il premier ungherese Viktor Orban ha annunciato di aver parlato con il presidente russo Vladimir Putin esortandolo a dichiarare "un cessate il fuoco immediato" e di averlo invitato a Budapest insieme ai leader di Francia, Germania e Ucraina. "Ho suggerito al presidente Putin di dichiarare un cessate il fuoco immediato", ha detto Orban in una conferenza stampa. "La sua risposta è stata positiva, ma con delle condizioni".

14.03 - A Mariupol i soldati russi hanno allestito crematori mobili per bruciare i corpi degli abitanti uccisi e coprire le tracce dei crimini contro i civili. Lo riferisce il Comune di Mariupol su Telegram, citato da Unian. Testimoni oculari hanno detto che l'esercito di Mosca ha reclutato "terroristi locali" e di Donetsk in forze speciali per raccogliere e bruciare i corpi, cioè lasciando il lavoro sporco ai "collaboratori". "I russi hanno trasformato Mariupol in un campo di sterminio. L'analogia sta guadagnando terreno. Questa non è più la Cecenia o Aleppo: è la nuova Auschwitz".

14.03 - Almeno 10 grattacieli sono in fiamme nella città ucraina di Sievierodonetsk, nel Lugansk, dopo essere stati bombardati dall'esercito russo. Lo riferisce il Guardian online che cita il governatore locale. Al momento non si hanno notizie di eventuali vittime. Proprio questa mattina, le autorità dell'Ucraina orientale hanno esortato i civili a evacuare, avvertendo che i bombardamenti russi potrebbero interrompere le vie di fuga mentre i militari aumentano gli attacchi nell'area del Donbass.

13.54 - L'assemblea generale dell'Onu voterà giovedì sulla proposta di sospendere la Russia dal consiglio dei diritti dell'uomo di Ginevra. Lo riferiscono il Palazzo di vetro.

13.50 - I Paesi Ue hanno espresso un consenso sul quinto pacchetto di sanzioni Ue contro la Russia, ma per dare il tempo di approfondire questioni tecniche la decisione formale è stata rinviata a domani. Lo si è appreso da fonti europee al termine della riunione del Comitato a cui partecipano gli ambasciatori dei 27 presso le istituzioni Ue, il Coreper. L'approfondimento delle questioni tecniche ci sarà nel pomeriggio e tra i nodi - si apprende ancora - c'è quello di come comportarsi in merito ai contratti in essere tra Paesi Ue e Russia per l'import di carbone, oggetto del quinto pacchetto di misure.

13.05 - "Dal 28 febbraio, dopo i primi giorni dell'occupazione militare russa a Gostomel, abbiamo cominciato a raccogliere le liste delle persone scomparse. Finora ne abbiamo contate oltre 400: si tratta di concittadini con cui non riusciamo a stabilire alcun contatto. Tra questi, ci sono finora anche una quindicina di bambini. Altri quindici civili, a quanto ci risulta da fonti investigative, sono stati rapiti". Lo ha detto il sindaco facente funzioni della città di Gostomel, Taras Dumenko, all'inviato dell'ANSA a Gostomel. Dumenko sostituisce il sindaco, che è stato ucciso durante l'occupazione.

12.58 - "La mostruosa messinscena" di Bucha deve essere chiarita attraverso "un'indagine obiettiva e indipendente". Lo ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov citato dalla Tass.

12.26 - "Quello che il funzionario dell'Ue ha affermato non è coerente con i fatti. Il funzionario dovrebbe promuovere i legami bilaterali sulla base del consenso raggiunto al vertice invece di fare osservazioni irresponsabili": è il commento piccato della Cina, espresso dal portavoce del ministro degli Esteri Zhao Lijian, ai giudizi espressi dall'Alto rappresentante per la politica estera europea Josep Borrell (definito "un funzionario"), secondo cui il vertice Cina-Ue del primo aprile è stato un "dialogo tra sordi", a rimarcare le differenze sulla valutazione non solo relativa alla guerra in Ucraina, aggredita dalla truppe russe.

12.21 - La Russia sta usando la fame come arma nel suo tentativo di conquistare il territorio. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un messaggio video al Parlamento irlandese. L'Ucraina - ha detto - è uno dei più grandi produttori mondiali di cibo. Le azioni della Russia porteranno a una carenza di prodotti alimentari e all'aumento dei costi per milioni di persone in tutto il mondo. "Per loro la fame è un'arma contro di noi, gente comune, come strumento di dominazione", ha affermato. E ha sottolineato che l'esercito di Mosca ha bloccato tutti i porti marittimi dell'Ucraina e le navi con cibo da esportare.

11:49 -  Almeno due persone sono morte in bombardamenti russi su un centro per la distribuzione di aiuti umanitari nella regione di Donetsk, nell'est dell'Ucraina. Lo riferisce il governatore locale, aggiungendo che almeno 5 persone sono rimaste ferite. 

11:27 -  Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky rimprovera gli europei per "l'indecisione" sulle sanzioni contro la Russia in un videomessaggio al parlamento irlandese. Zelensky ha chiesto all’Irlanda di mostrare "più leadership nella coalizione contro la guerra" e di convincere l'Unione Europea a introdurre sanzioni più rigide contro la Russia "che farebbero davvero in modo che la macchina da guerra russa si fermi". Lo riporta The Irish Times. "Dobbiamo porre fine al commercio con la Russia. Dobbiamo tagliare i legami delle banche russe con il sistema globale, tagliare le fonti del loro reddito dal loro petrolio che usano per le loro armi e le uccisioni", ha affermato

11:09 - Gli Usa devono dimostrare il loro impegno per la soluzione della crisi in Ucraina revocando le sanzioni imposte alla Russia: è la posizione della Cina espressa dal portavoce del ministero degli Esteri, Zhao Lijian. "Se gli Stati Uniti sono interessati con sincerità a risolvere la crisi in Ucraina, dovrebbero smettere di sventolare il bastone delle sanzioni", ha sottolineato Zhao nel briefing quotidiano.

11:03 - Non c'è nessun contatto tra la Russia e la Nato. Al momento non c'è nulla di cui parlare con questa Alleanza. Lo afferma il vice ministro degli Esteri russo, Alexander Grushko, secondo quanto riferisce l'agenzia Tass.

10:58 - Più di 400 persone sono scomparse dalla città di Gostomel che, insieme a Bucha e Irpin, ha sopportato il peso dell'offensiva della Russia sulla capitale ucraina. Lo riferisce il capo dell'amministrazione militare locale Taras Dumenko citato dalla Bbc. Dumenko afferma che la maggior parte dei corpi dei residenti di Gostomel sono stati trovati nei villaggi vicini e nella città di Bucha. Sostiene inoltre che i russi devono aver rapito le persone, molte delle quali per poi fucilarle, riferisce l'agenzia di stampa Interfax Ukraine.

10:46 - La Cina ha invitato "tutte le parti a esercitare moderazione" fino a quando non saranno diffusi i risultati dell'indagine" sulle atrocità commesse a Bucha, in Ucraina: lo ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian, aggiungendo sulle accuse mosse da Kiev contro le truppe russe che "la verità deve essere scoperta e qualsiasi accusa deve essere basata sui fatti". Pechino, ha aggiunto Zhao, "attribuisce grande importanza alla situazione umanitaria in Ucraina ed è estremamente preoccupata per le conseguenze sui civili. I resoconti e le immagini sulla loro morte nella città di Bucha sono molto inquietanti".

9.59 - "Le recenti notizie sulla guerra in Ucraina, anziché portare sollievo e speranza, attestano invece nuove atrocità, come il massacro di Bucha. Crudeltà sempre più orrende, compiute anche contro civili, donne e bambini inermi. Sono vittime il cui sangue innocente grida fino al cielo e implora: si metta fine a questa guerra, si facciano tacere le armi, si smetta di seminare morte e distruzione. Preghiamo insieme su questo". Lo ha detto papa Francesco al termine dell'udienza generale.

9.57 - "Bisogna porre fine a un livello di de-responsabilizzazione degli europei rispetto al problema della difesa ma sarebbe un grave errore se tutti gli Stati membri aumentassero proporzionalmente le loro spese nella difesa rispetto a quelle attuali perché rischiamo di moltiplicare gli attuali doppioni tenendo le stesse lacune. Occorre un approccio coordinato per ottimizzare le risorse dei contribuenti". Lo ha detto l'Alto Rappresentante per la Politica Estera Josep Borrell intervenendo alla plenaria dell'Europarlamento.

9.40 - "Non saranno le ultime sanzioni queste. Dobbiamo pensare al petrolio e dobbiamo pensare a un sistema bancario che limiti davvero gli introiti derivanti dai carburanti fossili per la Russia". Lo ha detto la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen intervenendo alla plenaria dell'Europarlamento. "Nessuno può essere neutrale, la Cina ha una responsabilità e deve prendere assolutamente una posizione chiara", ha affermato von der Leyen.

9.30 - "Questa non è un'operazione speciale. Questi sono crimini di guerra. E noi non gireremo le spalle. Faremo tutto, tutto ciò che possiamo per assicurare i colpevoli alla giustizia internazionale". Lo ha detto il presidente del Consiglio Ue Charles Michel alla plenaria del Parlamento europeo.

9.21 - "Nell'attuale guerra in Ucraina, assistiamo all'impotenza dell'Organizzazione delle Nazioni Unite". Così' il Papa. "Oggi si parla spesso di 'geopolitica', ma purtroppo la logica dominante è quella delle strategie degli Stati più potenti per affermare i propri interessi estendendo l'area di influenza economica, ideologica e militare, lo stiamo vedendo con la guerra", ha detto Francesco nell'udienza generale. "Dopo la seconda guerra mondiale si è tentato di porre le basi di una nuova storia di pace, purtroppo non impariamo, ma purtroppo è andata avanti la vecchia storia di grandi potenze concorrenti", ha aggiunto.

7.53 - Un'auto si è schiantata contro il cancello dell'ambasciata russa a Bucarest prendendo fuoco. Il conducente è morto. Lo afferma la polizia della capitale rumena, riferisce l'Associated Press online. Il fatto è avvenuto questa mattina intorno alla 6: l'auto si è schiantata contro il cancello, ma non è entrata nel complesso dell'ambasciata. Un video comparso sui social mostra il veicolo avvolto dalle fiamme, mentre il personale di sicurezza accorre nell'area. I vigili del fuoco sono riusciti a domare l'incendio, ma l'automobilista è morto sul colpo. Al momento non ci sono ulteriori informazioni. 

7.38 - Mosca "risponderà ad ogni atto ostile contro la Russia". Lo afferma, riferisce l'agenzia Tass, il portavoce del ministero degli Esteri del Cremlino in merito all'espulsione dei diplomatici russi da vari Paesi europei.

5.41 - Almeno 5.000 crimini di guerra commessi da russi sono al momento oggetto d'indagine in Ucraina, ha annunciato la procuratrice generale Ucraina, Irina Venediktova, in un briefing a Bucha, ripreso da alcuni media, fra cui il Kyiv Independent. "Anche in questa situazione così crudele, i crimini di guerra sono i primi ad apparire nell'ordine, seguiti dai crimini contro l'umanità e dal genocidio", ha detto Venediktova.

4.05 - Il segretario di Stato Usa, Antony Blinken ha detto che gli Stati Uniti sbloccheranno 100 milioni di dollari di aiuti supplementari alla sicurezza per l'Ucraina per aiutarla a rispondere all'invasione russa. "Ho autorizzato, a seguito di una delega del presidente, 100 milioni di dollari per venire incontro all'urgente bisogno dell'Ucraina di sistemi anti-corazzati", ha detto il segretario di Stato, che si trova a Bruxelles, in un tweet

00.21 - Il procuratore generale ucraino, Irina Venediktova, afferma che l'esercito russo in Ucraina ha commesso violenze sessuali non solo contro donne e uomini, ma anche bambini e anziani. Lo riporta la Ukrainska Pravda. Le forze dell'ordine hanno ricevuto una serie di denunce, alcune delle quali diffuse anche sui social network. La procura - ha detto Venediktov a una riunione di coordinamento con forze dell'ordine e agenzie governative - ha convenuto sulla necessità di utilizzare i protocolli internazionali per indagare su questi crimini di guerra, chiedendo di accertare eventuali casi di abusi sessuali sulle vittime del conflitto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie