Bielorussia: polizia, 250 arresti alla protesta dell'opposizione

La manifestazione contro la rielezione del presidente Alexander Lukashenko ad agosto

La Russia concederà alla Bielorussia un prestito da 1,5 miliardi di dollari: lo ha detto Putin in un incontro a Sochi col presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko. Lo riporta l'agenzia di stampa statale russa Tass. "Abbiamo concordato che la Russia fornirà alla Bielorussia in questo difficile momento un prestito da 1,5 miliardi di dollari, e lo faremo", ha detto Putin. "Ora per quanto ne sappiamo - ha proseguito il leader del Cremlino - i nostri ministri delle Finanze stanno lavorando a questo proposito" Putin ha dichiarato di considerare "logica, tempestiva e appropriata" la proposta del presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko di introdurre degli emendamenti alla Costituzione bielorussa. L'opposizione ritiene che questa riforma dai tratti non ben definiti sia in realtà solo una manovra di Lukashenko per guadagnare tempo di fronte alle proteste di massa contro la sua contestatissima vittoria alle presidenziali del 9 agosto.

 

"Mi dispiace molto che lei abbia deciso di aprire il dialogo con l'usurpatore e non con il popolo bielorusso". Così si è rivolta la leader dell'opposizione bielorussa Svetlana Tikhanovskaya al presidente russo Vladimir Putin prima del suo incontro con Alexander Lukashenko. La dichiarazione di Tikhanovskaya è stata pubblicata sul suo canale Telegram. "Voglio ricordare a Putin che qualsiasi cosa verrà deciso e firmato durante l'incontro a Sochi non avrà valore legale. Tutti gli accordi firmati da Lukashenko saranno rivisti dal nuovo governo. Perché il popolo bielorusso ha negato il sostegno a Lukashenko alle elezioni". Lo riporta Meduza.

Ieri almeno 774 persone sono state arrestate a Minsk da poliziotti in assetto da guerra durante l'ennesima domenica di manifestazioni di protesta contro la rielezione di Alexander Lukashenko. Decine di migliaia di persone sono scese per le strade della capitale della Bielorussia alla vigilia dell'incontro tra il presidente e Vladimir Putin a Mosca e al culmine di una settimana nera per l'opposizione con gli arresti di diverse figure di primo piano. Ancora una volta la repressione della polizia bielorussa è stata dura.Video pubblicati sul sito Tut.by mostrano agenti - alcuni in abiti borghesi ma con il volto coperto da passamontagna, altri in tenuta mimetica e giubbotto antiproiettile - che afferrano giovani manifestanti per la felpa e li sbattono a terra o li prendono a pugni prima di arrestarli.   

L'Alto commissario Onu per i diritti umani Michelle Bachelet ha chiesto oggi che sia condotta un'indagine sulle accuse di tortura e altre forme di maltrattamento da parte delle forze dell'ordine in Bielorussia. "Date le loro dimensioni e il loro numero, tutte le accuse di tortura e altre forme di maltrattamento da parte delle forze di sicurezza dovrebbero essere documentate e indagate, al fine di assicurare gli autori alla giustizia", ha detto Bachelet intervenendo oggi al Consiglio Onu dei diritti umani, riunito in sessione a Ginevra.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie