Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. Putin: risponderemo se la Nato dispiegherà truppe in Finlandia e Svezia

Putin: risponderemo se la Nato dispiegherà truppe in Finlandia e Svezia

L'alleanza atlantica si rafforza in Europa, Mosca: 'Atto destabilizzante'

La Russia risponderà allo stesso modo se la Nato dispiegherà truppe e infrastrutture in Finlandia e Svezia dopo che si saranno unite all'alleanza militare guidata dagli Stati Uniti, ha affermato il presidente Vladimir Putin.
"Svezia e Finlandia vogliono unirsi alla Nato? Che lo facciano", ha ribadito Putin - citato dal Guardian - alla tv di Stato russa sottolineando però come "devono capire che prima non c'era alcuna minaccia, mentre ora se i contingenti militari e le infrastrutture saranno dispiegati lì dovremo rispondere in modo simile e creare eguali minacce per i territori da cui vengono minacce nei nostri confronti". Putin ha detto poi che sarà inevitabile che le relazioni di Mosca con Helsinki e Stoccolma si inaspriranno a causa della loro adesione alla Nato. "Tra noi è andato tutto bene, ma ora potrebbero esserci delle tensioni. Di certo ci saranno: è inevitabile se c'è una minaccia per noi", ha affermato il presidente russo.

Gli Usa rafforzeranno la loro presenza militare in Europa, incluse capacità difensive aeree aggiuntive in Germania e Italia. Lo ha detto il presidente americano Joe Biden aprendo il summit Nato a Madrid. "Oggi lanciamo un messaggio: la Nato è forte e unita", ha detto Biden. Nell'ambito dell'aumento della presenza militare in Europa, gli Stati Uniti invieranno in Italia un battaglione per la difesa aerea a corto raggio composto da 65 militari. Lo annuncia il Pentagono. Il gruppo, precisa il dipartimento della difesa Usa, è un'unità subordinata al battaglione per la difesa aerea a corto raggio stanziato in Germania.

Vladimir Putin voleva il "modello Finlandia" per l'Europa e invece ottiene il "modello Nato", ha aggiunto il presidente Usa a proposito dell'ingresso di Finlandia e Svezia nell'Alleanza Atlantica."I leader oggi prenderanno anche la storica decisione di invitare Finlandia e Svezia a diventare membri della Nato, sulla base dell'accordo raggiunto ieri tra Finlandia, Svezia e Turchia: si tratta di un accordo positivo per la Finlandia, la Svezia, la Turchia e per tutti noi". Lo ha detto il segretario della Nato Jens Stoltenberg arrivando al summit organizzato nella periferia di Madrid.

Mosca ha fatto sapere che 'non lascerà senza risposta' la decisione di schierare nuove forze Usa in Europa, compresa l'Italia. Mosca ha poi accusato la Norvegia di bloccare il transito verso le isole Svalbard e ha minacciato rappresaglie contro Oslo.

In serata il presidente Russo Vladimir Putin ha condannato le "ambizioni imperiali" della Nato, accusando l'alleanza di cercare di affermare la sua "supremazia" attraverso il conflitto in Ucraina. "L'Ucraina e il benessere del popolo ucraino non è l'obiettivo dell'Occidente e della Nato, ma un mezzo per difendere i propri interessi", ha detto Putin ai giornalisti nella capitale del Turkmenistan, Ashgabat. "I leader dei Paesi Nato vogliono affermare la loro supremazia, le loro ambizioni imperiali", ha aggiunto.
Tuttavia la Russia "non vede alcun problema" nell'eventuale adesione di Finlandia e Svezia alla Nato, ha affermato Putin. "Non abbiamo problemi con Svezia e Finlandia, come abbiamo con l'Ucraina", ha detto Putin spiegando: "Se la Finlandia e la Svezia lo vogliono, aderiscano. Sono affari loro, possono aderire a ciò che vogliono".

DRAGHI: 8MILA MILITARI ITALIANI PRONTI SE NECESSARIO
"Noi abbiamo assunto il comando Nato in Bulgaria e aiutiamo anche la Romania. E ci sono pattugliamenti aerei dei Baltici da vari mesi. Le forze in Bulgaria e in Ungheria sono di circa 2.000 soldati, 8.000 sono invece di stanza in Italia pronti se necessario". Lo ha detto il premier Mario Draghi parlando del ruolo dell'Italia nel piano della Nato di rafforzamento del fianco orientale. Saranno 70 militari e un sistema di difesa aerea le nuove forze che gli Usa schiereranno in Italia. "Il ministero della Difesa mi ha spiegato che si tratta di un assestamento già in programma", ha aggiunto Draghi, dicendo di non ritenere che esista "il rischio di una escalation" con la Russia.

NATO, 'LA RUSSIA È LA MINACCIA PIÙ SIGNIFICATIVA E DIRETTA'
'La Federazione Russa è la minaccia più significativa e diretta alla sicurezza degli Alleati e a pace e stabilità nell'area euro-atlantica. Cerca di stabilire sfere di influenza e controllo diretto attraverso coercizione, sovversione, aggressione e annessione. Usa mezzi convenzionali, informatici e ibridi contro noi e nostri partner'. È il passaggio principale dello Strategic Concept 2022 diffuso dalla Nato al vertice di Madrid. Il presidente ucraino Zelensky, in videocollegamento, ha chiesto ai Paesi dell'Alleanza 'artiglieria moderna e sostegno finanziario' contro la Russia.


LE REAZIONI DI RUSSIA E CINA
Le forniture di armi occidentali possono minacciare la sicurezza non solo in Ucraina ma anche oltre i suoi confini. Lo ha affermato la portavoce del ministero degli esteri russo Maria Zakharova, citata dalla Tass.
"L'ulteriore allargamento della Nato", con l'ingresso di Svezia e Finlandia, è una mossa "destabilizzante", che "non porterà maggiore sicurezza agli stessi membri dell'Alleanza". Lo ha detto il vice ministro degli Esteri russo Serghei Ryabkov citato dall'agenzia Interfax.

La Cina attacca il G7, accusandolo di aver "usato ancora una volta il comunicato del vertice per promuovere la narrativa della 'democrazia contro l'autoritarismo' e per interferire "gravemente nei suoi affari interni, attaccando e diffamando la Cina e incitando a sentimenti conflittuali". Tutto questo, ha osservato il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian, "dimostra che il G7 non ha intenzione di condurre il dialogo e la cooperazione sulla base dell'uguaglianza e del rispetto, ma invece aderisce alla mentalità della Guerra Fredda, al pregiudizio ideologico e si impegna in politiche sugli interessi dei piccoli circoli".

La Nato "ha continuato ad entrare nella regione Asia-Pacifico: alcuni Stati membri hanno inviato aerei e navi da guerra nelle acque circostanti la Cina per condurre manovre militari, creando tensioni". Il portavoce del ministero degli Esteri Zhao LIjian ha lamentato che la Nato continua a "sostenere lo scontro di gruppo e la comunità internazionale dovrebbe mantenere un alto grado di vigilanza", commentando le parole del consigliere per la Sicurezza nazionale Usa Jake Sullivan, secondo cui il documento strategico approvato al vertice di Madrid dell'Alleanza farà un riferimento esplicito alle molteplici sfide poste dalla Cina.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA



Modifica consenso Cookie