• Intervista Bbc a Diana, la polizia valuta l'apertura di un'indagine

Intervista Bbc a Diana, la polizia valuta l'apertura di un'indagine

A marzo per la 'Met Police' non c'erano elementi penali

   La Met Police ha annunciato che valuterà di nuovo i contenuti dell'inchiesta sull'intervista della Bbc alla principessa Diana per assicurarsi che non ci siano "nuove prove significative" a sostegno di un'indagine penale, ipotesi che a marzo aveva scartato. Lo riporta Skynews.
    "In seguito alla sua pubblicazione riesamineremo i contenuti del rapporto di Lord Dyson", sull'intervista del 1995 di Martin Bashir, si legge in un comunicato della Met che assicura se "ci saranno nuove prove" per indagare su "un atto illecito le prenderemo in considerazione". 

Ascolta "Un inganno dietro l'intervista del secolo di Diana" su Spreaker.

Harry ha raccontato che dai 28 ai 32 anni ha vissuto il periodo più buio della sua vita dopo la morte della madre Diana tra alcol, droghe e attacchi di panico.

Ieri i principi William e Harry si sono scagliati contro la Bbc e l'inganno con cui l'emittente britannica ottenne la nota intervista del 1995 con la loro madre Diana. Secondo il principe William, quell'intervista peggiorò il rapporto tra i suoi genitori e la paranoia di cui Lady D. soffriva". Lo rende noto la Bbc. Il duca di Cambridge si è detto molto rattristato e chiede che quell'intervista non vada mai più in onda. In una dichiarazione separata, il principe Harry denuncia "l'effetto a catena di una cultura dello sfruttamento e pratiche non etiche" che alla fine hanno tolto la vita a sua madre. Harry, già più volte critico con i media, ha aggiunto di essere profondamente preoccupato dal fatto che pratiche come queste "siano ancora diffuse oggi".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie