Coronavirus, superati i 140mila morti nel mondo

L'Oms: 'Siamo ancora nella tempesta'

Coronavirus, superati i 140mila morti nel mondo - Il numero totale di morti per coronavirus nel mondo ha raggiunto quota 140.773, secondo il bilancio giornaliero tracciato dalla Johns Hopkins University. Gli Stati Uniti hanno il maggior numero di vittime, oltre 33.000, seguiti dall'Italia, che ha superato le 22.000, e dalla Spagna, con oltre 19.000. Nel mondo, il numero totale di casi ha raggiunto quota 2.101.164. In Europa, secondo il conteggio dell'agenzia France Presse, le persone morte sono oltre 90.000.

OMS EUROPA - La conferenza stampa sulla pandemia. "Non bisogna commettere errori adesso. Nonostante sia arrivata la primavera siamo ancora nel bel mezzo della tempesta". "Alcuni Paesi devono ancora vivere l'impatto più forte - ha detto il direttore generale dell'Oms Europa, Hans Kluge - mentre in altri c'è un momento di calma con il numero di nuovi casi di Covid-19 che diminuisce", ha aggiunto.

"Dei 10 Paesi nella regione che hanno avuto il più alto numero di casi di coronavirus", ha sottolineato il direttore dell'Oms Europa, Hans Kluge, "ci sono stati segnali ottimistici nei numeri in Spagna, Italia, Germania, Francia e Svizzera". Purtroppo, ha aggiunto, "il 50% del peso del Covid-19 è sull'Europa dove sono morte a causa del virus oltre 84.000 persone".

"Su 300.000 test per il coronavirus effettuati in Europa, 1 caso di contagio su 13 riguarda gli operatori della sanità", ha spiegato la dottoressa Catherine Smallwood dell'Oms Europa. I dati su cui è basato questo calcolo sono quelli che ciascun Paese europeo invia all'ufficio regionale, ha spiegato la dottoressa esprimendo "preoccupazione" per medici, infermieri e altri lavoratori del settore.

SPAGNA - La Spagna registra ad oggi un totale 182.816 casi confermati di covid-19,con un nuovo aumento di contagi pari a 5.183, la cifra più alta dallo scorso 9 aprile. I decessi salgono a 19.130 con 551 nelle ultime 24 ore. Lo riferiscono i media locali.

GRECIA - Cresce, anche se molto lentamente, il numero dei contagiati dal coronavirus: nelle ultime 24 ore i nuovi casi sono stati 15 (totale 2.207) e 3 i decessi, portando il numero complessivo a 105. Lo ha detto nel quotidiano briefing al ministero della Salute di Atene l'infettivologo Sotiris Tsiodras, citato dai media locali. Le persone in terapia intensiva con supporto respiratorio sono 69. Tsiodras ha evidenziato che i dati a disposizione evidenziano che i casi di immunità non sono significativi e che "bisogna restare vigili nei prossimi mesi".

GRAN BRETAGNA - Il Regno Unito resta in lockdown per almeno altre tre settimane sullo sfondo di un situazione segnata da oltre 100.000 contagi da coronavirus diagnosticati e centinaia di morti al giorno. L'annuncio, scontato, è giunto oggi sulla base della raccomandazione di un comitato di consulenti scientifici (Sage) dal ministro Dominic Raab, supplente del convalescente Boris Johnson alla guida del governo Tory. Raab ha detto che le restrizioni sociali imposte dal 23 marzo stanno funzionando, ma che non è certo che il picco sia stato superato.

UCRAINA - I casi confermati di Covid-19 in Ucraina sono saliti a 4.161, di cui 397 registrati nelle ultime 24 ore: lo riferisce il ministero della Salute di Kiev precisando che le vittime del nuovo coronavirus dall'inizio dell'epidemia sono 116, mentre 186 persone sono guarite. Stamattina il ministro della Salute Maksim Stepanov ha sottolineato che 788 operatori sanitari hanno contratto il virus. Lo riporta il Kyiv Post.

BULGARIA - In Bulgaria nelle ultime 24 ore sono stati registrati 48 nuovi contagi da coronavirus (25 i ricoverati in ospedale), con il totale che sale a 783, pari a un aumento del 6,5% rispetto al giorno precedente. È stato registrato un nuovo decesso, il numero delle vittime sale a 37. Con nove nuovi casi, i contagiati fra il personale medico diventano 48. Negli ospedali del Paese sono ricoverati 218 pazienti, 31 dei quali sono in terapia intensiva.

RUSSIA - Aumentano i nuovi casi di Covid-19 accertati in Russia. Sono 3.448 i nuovi contagiati registrati nelle ultime 24 ore, ieri erano invece 3.388. Il totale sale così a 27.938 persone. Le vittime del nuovo virus in Russia sono ufficialmente 232, di cui 34 decedute nel corso dell'ultima giornata. Lo riferisce la task force nazionale contro l'epidemia nel suo bollettino quotidiano. Nella sola Mosca, una megalopoli di oltre 12 milioni di abitanti, si registrano 16.146 casi di Covid-19, di cui 1.370 accertati nelle ultime 24 ore.

CROAZIA - In Croazia da ieri il coronavirus ha causato altre due vittime, mentre sono cinquanta i nuovi casi positivi al Covid-19. Lo ha riferito l'Unità di crisi della Protezione civile. I deceduti dall'inizio dell'epidemia sono in tutto 35, mentre il totale dei contagiati ha raggiunto 1.791, inclusi i 529 guariti. La crescita dei nuovi casi positivi al Covid-19 rimane contenuta e lineare, con una media tra i 30 e i 60 nuovi casi al giorno. Nell'ultima settimana le situazioni più critiche si registrano in cinque di case di risposo in varie parti del Paese, dove sono risultati positivi un centinaio di anziani. Anche i decessi negli ultimi giorni riguardano soprattutto anziani contagiati nelle case di risposo.

STATI UNITI - Sono 30.990 le persone morte negli Stati Uniti di coronavirus, secondo il conteggio della Johns Hopkins University. Gli Usa sono il Paese più colpito al mondo dalla pandemia di Covid-19 davanti all'Italia (21.645 vittime), la Spagna (19.130) e la Francia (17.167). I casi di coronavirus in totale in Usa hanno raggiunto i 639.733.

GIAPPONE - Il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha esteso a tutto il Giappone lo stato di emergenza per la pandemia da coronavirus.

COREA DEL SUD - La Corea del Sud ha registrato mercoledì 22 nuovi casi di coronavirus, portando il totale delle infezioni a livello nazionale a 10.613. Secondo gli aggiornamenti quotidiani forniti dal Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), si tratta del quarto giorno di fila con casi di contagio sotto quota 30. In aumento di ulteriori 4 unità il conto dei decessi, a 229 totali, mentre i pazienti dimessi dagli ospedali o che hanno concluso il periodo di quarantena per il recupero dall'infezione sono aumentati di 141 unità, a 7.757, portando il tasso di guarigione al 73%.

CINA - La Cina ha registrato mercoledì 46 nuovi casi di coronavirus, di cui 34 importati e 12 domestici, relativi a Guangdong (5), Heilongjiang (4) e Pechino (3). La Commissione sanitaria nazionale (Nhc), nel suo bollettino quotidiano, ha riportato anche zero nuovi decessi. I contagi di ritorno sono saliti a 1.534 totali, di cui 636 risoltisi con la guarigione. Le infezioni sono salite a 82.341 nel conteggio complessivo su scala nazionale, con 1.107 persone sotto trattamento medico, 3.342 decessi e 77.892 pazienti che si sono ripresi, portando il tasso di guarigione al 94,59%. I nuovi asintomatici sono 64, inclusi 3 dall'estero: il numero di persone sotto osservazione medica è di 1.032.

LIBIA - La Libia registra altri nuovi casi di coronavirus che portano il totale dei contagi confermati a 48. Lo rende noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina Facebook precisando che i malati guariti sono 11. Finora nel Paese nordafricano il virus ha provocato un morto.

PAKISTAN - Il numero dei contagiati da coronavirus in Pakistan è salito a 6.505 e quello delle vittime a 124, con un incremento rispettivamente di 524 e di 17 nelle ultime 24 ore. Ne dà notizia il ministero della Salute. Sono 1.645 le persone guarite da quando i primi casi della malattia Covid-19 sono stati segnalati nel Paese, il 26 febbraio scorso. Il numero totale dei tamponi effettuati è di 78.979, dei quali 5.540 nelle ultime 24 ore.

ISRAELE - I casi positivi di coronavirus in Israele sono saliti a 12.591, mentre i decessi sono stati finora 140. Lo ha reso noto oggi il ministero della sanità. Fra quanti sono stati contagiati, 7.339 si curano in casa ed altri 2.624 sono guariti o in fase avanzata di guarigione. Negli ospedali 174 persone sono ricoverate adesso in condizioni gravi. Fra queste, 140 sono in rianimazione.

SVIZZERA - La Svizzera annuncia una riapertura "lenta" e "graduale" a partire dal 27 aprile. 

SERBIA - In Serbia nelle ultime 24 ore sono stati accertati altri 445 casi di coronavirus, con il totale dei contagi che sale a 5.318. Le autorità sanitarie, nel briefing quotidiano di aggiornamento, hanno riferito di altri quattro decessi, tre uomini e una donna, con le vittime che sono in tutto finora 103. I guariti sono stati 443. I test effettuati da ieri sono stati 3.194, in totale dall'inizio dell'epidemia 29.472. I pazienti ricoverati in ospedale sono 3.511, dei quali 128 in terapia intensiva con l'ausilio respiratore. I contagiati tra il personale sanitario sono 593, dei quali 382 sono ricoverati in ospedale. Finora sono cinque i decessi in tale categoria a rischio. Tra i contagiati, è stato precisato, figurano anche sette neonati. Anche in Serbia particolate attenzione viene dedicata alla situazione nelle case di cura e di riposo per anziani. 

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie