Mondo

Oms Europa, siamo ancora nella tempesta

'Alcuni paesi europei devono ancora vivere il peggio'

Conferenza stampa sulla pandemia di coronavirus in Europa. "Non bisogna commettere errori adesso. Nonostante sia arrivata la primavera siamo ancora nel bel mezzo della tempesta". "Alcuni Paesi devono ancora vivere l'impatto più forte - ha detto il direttore generale dell'Oms Europa, Hans Kluge -, mentre in altri c'è un momento di calma con il numero di nuovi casi di Covid-19 che diminuisce", ha aggiunto.

"Dei 10 Paesi nella regione che hanno avuto il più alto numero di casi di coronavirus", ha sottolineato il direttore dell'Oms Europa, Hans Kluge, "ci sono stati segnali ottimistici nei numeri in Spagna, Italia, Germania, Francia e Svizzera". Purtroppo, ha aggiunto, "il 50% del peso del Covid-19 è sull'Europa dove sono morte a causa del virus oltre 84.000 persone".

"Su 300.000 test per il coronavirus effettuati in Europa, 1 caso di contagio su 13 riguarda gli operatori della sanità", ha spiegato la dottoressa Catherine Smallwood dell'Oms Europa. I dati su cui è basato questo calcolo sono quelli che ciascun Paese europeo invia all'ufficio regionale, ha spiegato la dottoressa esprimendo "preoccupazione" per medici, infermieri e altri lavoratori del settore.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie