Usa 2020, Michelle: Trump è il presidente sbagliato

Ex first lady parla alla convention dem. Sanders: l'elezione più importante della storia

Donald Trump e' "il presidente sbagliato per il nostro Paese" e' "chiaramente in una situazione piu' grande di lui". Lo ha detto l'ex first lady Michelle Obama nel suo discorso alla convention dem. 

"Ovunque guardiamo questa Casa Bianca vediamo caos, divisione e totale carenza di empatia", ha affermano l'ex first lady, attaccando il presidente. "Conosco Joe Biden: è un uomo profondamente perbene" che "sa ascoltare", che "dirà la verità" e che "crede nella scienza". "Joe è stato un magnifico vicepresidente" e come presidente "farà piani intelligenti, gestirà buoni team e governerà come qualcuno che ha vissuto una vita che tutti noi possiamo riconoscere", ha proseguito la moglie dell'ex presidente Barack Obama. L'economia Usa e' allo sbando "a causa del virus che questo presidente ha minimizzato troppo a lungo", ha detto Michelle. Donald Trump e' "il presidente sbagliato per il nostro Paese" e' "chiaramente in una situazione piu' grande di lui".

Donald Trump è una "minaccia alla nostra democrazia". Lo afferma Bernie Sanders intervenendo alla convention democratica. Il presidente sta spingendo il "paese verso l'autoritarismo", aggiunge Sanders. "Questa è l'elezione più importante della nostra storia moderna": "siamo alle prese con una crisi sanitaria e un collasso economico senza precedenti dalla Grande Depressione".  

Il tycoon replica duramente all'attacco lanciatogli da Michelle, mettendo sotto accusa la presidenza del marito e di Joe Biden, dalla gestione dell'influenza suina allo "spionaggio" della sua campagna. Il tycoon si vanta dei suoi successi prima di di darle un consiglio stizzito: "torna a sederti e guarda".

Il 54% degli americani approva la scelta di Kamala Harris per la vicepresidenza. E' quanto emerge da un sondaggio condotto dal Washington Post e Abc, secondo il quale il 29% invece la boccia. La maggiore soddisfazione e' fra i democratici: l'86% approva la decisione di Joe Biden di scegliere la senatrice della California, contro un 8% di contrari. Fra i repubblicani, il 25% promuove la scelta di Harris, ovvero uno su quattro, a fronte di un 55% di contrari.

"Siamo uniti e lo dimostreremo questa settimana. Lo dimostreremo a novembre": in una intervista tv la senatrice progressista ed ex candidata presidenziale Elizabeth Warren ha lanciato un primo messaggio di unità in vista della convention dem, che inizia oggi e dove interverrà mercoledì. "Guardate dove sono i candidati sulle grandi questioni: Joe Biden e Kamala Harris vogliono espandere la previdenza sociale, cancellare un bel pezzo di prestiti studenteschi e allargare l'accesso all'assistenza all'infanzia. Dove stanno Donald Trump e i repubblicani su questi temi?".

Intanto una dozzina di Stati controllati dai democratici minacciano una causa contro l'amministrazione Trump e le Poste Usa per bloccare i cambiamenti operativi che potrebbero rallentare il voto per corrispondenza. Lo riferiscono i media Usa. L'attorney general del Massachusetts Maura Healey si sta coordinando con i colleghi di altri Stati per valutare l'azione legale. Nella lista ci sono, tra gli altri, Virginia, Pennsylvania, Minnesota, North Carolina, Washington e Colorado.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie