Germania: boom monolocali vuoti e troppe case in provincia

Sz; studio sui rischi del mercato immobiliare, ma prezzi tengono

(ANSA) - BERLINO, 22 AGO - Trovare un appartamento nelle grandi città tedesche, dove gli immobiliaristi puntano da tempo su mono e bilocali, è sempre più difficile. E intanto, in Germania, si costruisce troppo in provincia, invece, dove le case restano vuote e si svalutano. È quello che mostra un'analisi del mercato immobiliare tedesco dell'istituto economico IW, ripresa da alcuni giornali di oggi, fra cui la Sueddeutsche Zeitung. Il rischio di un crollo dei prezzi, dopo il forte aumento che si è registrato negli ultimi anni soprattutto nelle città a livello federale, viene ritenuto per lo più "inverosimile": i prezzi tengono. Anche perché il mercato dei mutui non è salito quanto si sarebbe atteso, è la spiegazione. Il rapporto mette a fuoco però altri problemi: come l'enorme necessità di abitazioni da due-tre stanze, su cui fra l'altro sta puntando la campagna elettorale tedesca, nelle grandi città. L'Unione di Angela Merkel ha annunciato che saranno costruiti 1,5 milioni di nuovi appartamenti entro la fine della prossima legislatura: si tratta di 375 mila appartamenti all'anno. Nelle città si costruiscono, infatti, al momento soprattutto micro-appartamenti: gli imprenditori puntano sul mercato degli studenti e di chi viaggia per lavoro, e non tengono conto che entro il 2030 il numero degli studenti dovrebbe diminuire invece del 10%. Molti di questi monolocali, in alcuni centri urbani, già oggi restano di fatto inutilizzati. Secondo lo studio, in provincia si assiste poi a un eccesso di cantieri di case monofamiliari: se ne costruiscono il doppio rispetto al fabbisogno effettivo. Il che vuol dire che oggi investire in campagna non è più un buon affare.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie