Saipem: 2020 in rosso, perdite per 1,13 miliardi

Pesano svalutazioni (868 milioni), nuovi ordini a 8,65 miliardi

Saipem ha chiuso l'esercizio 2020 con ricavi preliminari in calo a 7,34 miliardi, a fronte degli oltre 9 miliardi del 2019. E' tornato il rosso, pari a 1,13 miliardi, dopo un utile di 12 milioni nel 2019 a seguito di oneri e svalutazioni per 868 milioni di euro. Il Gruppo ha totalizzato poi nuovi ordini per 8,65 miliardi, a fronte dei 17,63 miliardi del 2019, con un portafoglio residuo che però aumenta da 24,77 a 25,29 miliardi, incluso il portafoglio delle società non consolidate.
    I nuovi ordini sono pari a circa 1,2 volte i ricavi dell'anno, sottolinea il Gruppo, e sono per il 90% slegati dal petrolio, confermando l'interesse di Saipem per la decarbonizzazione, le energie alternative e la diversificazione della propria attività nel settore infrastrutturale e della mobilità sostenibile.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video Economia



      Vai al sito: Who's Who

      Modifica consenso Cookie