• Forum all'ANSA con il coordinatore del Cts Agostino Miozzo: "La scuola non è un pericolo"

Forum all'ANSA con il coordinatore del Cts Agostino Miozzo: "La scuola non è un pericolo"

"Riportare i ragazzi in presenza. Gli spostamenti fattore di grave rischio. Si valuterà obbligo dei vaccini per alcune categorie"

Forum all'ANSA con il responsabile del Cts Agostino Miozzo.

 

Miozzo (Cts): la scuola non è un pericolo, riportare i ragazzi in presenza - "La scuola, oggi, non è un pericolo. Le condizioni sono mutate e l'ambiente scuola è un ambiente relativamente sicuro". Così il coordinatore del Comitato tecnico scientifico Agostino Miozzo al Forum ANSA è tornato a ribadire che bisogna "riportare a scuola i ragazzi prima possibile". Per questo Miozzo definisce "incomprensibili e imbarazzanti" alcune decisioni di "governatori e sindaci" che hanno chiuso gli istituti nonostante le decisioni diverse del governo. I problemi, ha aggiunto sono "prima e dopo" la scuola, come ad esempio i trasporti nelle grandi città.

"Il movimento della popolazione è un fattore di grave rischio" per la diffusione del virus, ha detto il coordinatore del Comitato tecnico scientifico rispondendo alla domanda se sia il caso di autorizzare la mobilità tra le regioni in vista delle feste di Natale. L'estate, ha aggiunto Miozzo, "è stata la grande 'diffusora' della seconda ondata", proprio perché migliaia di italiani si sono spostati da una regione all'altra e, dunque, in vista del Natale è necessario "mantenere rigorosamente le misure" restrittive.

"Verrà valutata la possibilità dell'obbligo (del vaccino anti-Covid, ndr) per alcune categorie", ha affermato Miozzo. "La cosa importante - ha aggiunto - è che ci sia una campagna educativa e informativa" in modo da fornire tutte le spiegazioni necessarie sui vaccini e sulla loro importanza agli italiani.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie