• Conte, non in bilico ieri e non inamovibile oggi. Voto bella prova di democrazia dell'Italia

Conte, non in bilico ieri e non inamovibile oggi. Voto bella prova di democrazia dell'Italia

 "I commentatori sino all'altro giorno mi descrivevano in bilico, ma io non mi sono mai sentito in biblico. Oggi mi descrivono inamovibile, ma non mi sento inamovibile". Lo dice il premier Giuseppe Conte in un punto stampa a margine del Welfare Index pmi 2021. 
"Sono contento della squadra di governo: soddisfatto perché è coesa, tutti i ministri hanno sin qui lavorato con grande impegno e coesione. Non mi sembra che il Pd ponga il tema del rimpasto ma pone un problema di rilancio dell'azione anche alla luce della sfida del Recovery. Io non avverto assolutamente l'esigenza di un rimpasto".
"E' stato un bell'esercizio di democrazia, c'e' stata una grande partecipazione da parte di tutta la comunita' nazionale". Lo dice il premier parlando, con una tv portoghese nei pressi di Palazzo Chigi, della tornata elettorale ai tempi del Covid.
"Ma tu lo vedi il numero di contagi? Eh lo devi leggere...". Risponde cosi' Conte a un passante che, mentre il premier fa rientro a Palazzo Chigi, gli chiede se e' giunto il momento di levarsi la mascherina. E quando il passante gli dice che, secondo alcuni medici, il Covid non esiste, Conte replica: "ma quale non esiste?Ma guardate i numeri, ma siamo seri, pure i morti non esistono? Non diciamo stupidaggini".

"Per quanto riguarda i decreti sicurezza: li portiamo al più presto in Cdm. Abbiamo già concordato un testo di modifica perché vogliamo assicurare ai cittadini italiani la sicurezza, non per ragionare per slogan 'porto aperto, porto chiuso'. Vogliamo allargare il raggio della sicurezza e della protezione dei cittadini e allargare la protezione dei migranti".

"Le risorse finanziarie sono un problema successivo. Prima bisogna elaborare un piano per rafforzare la sanità, dopodiché andremo a vedere quanto costa questo piano. Sì Mes e no Mes è una questione pregiudiziale su cui non mi pronuncio. Se e quando si porrà il problema lo risolveremo in Parlamento in trasparenza". Lo dice il premier Giuseppe Conte in un punto stampa con i cronisti.

"Dobbiamo essere più ambiziosi. Le risorse del Recovery Fund ci consentiranno di reinventare una nuova normalità, e in questa condizione la sostenibilità ambientale e il tener conto delle ricadute sociali delle iniziative d'impresa deve far parte del nostro dna. Non c'è crescita che sia affidata solo al Pil senza sviluppo ambientale e sostenibile. La nostra competitività non sarà solo in termini di crescita del Pil ma di crescita del benessere esistenziale". Lo dice il premier Giuseppe Conte.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie