Cronaca

  • Provenzano: la morte del boss di Corleone sui siti del media del mondo

Provenzano: la morte del boss di Corleone sui siti del media del mondo

Abbondano termini italiani, insieme a 'mafia' anche i 'pizzini'

 Ha fatto il giro del mondo in poche ore la notizia della morte del 'boss dei boss' Bernardo Provenzano. Su tutti i siti dei media internazionali, cartacei e televisivi, sono stati fatti ampi servizi. In primo luogo sulle agenzie di stampa come la Ap ('Muore in carcere boss di Cosa Nostra, dieci anni dopo essere stato catturato in Sicilia'), la Reuters ('E' morto a 83 anni il famoso boss della mafia Provenzano'), la France Presse ('Morte di Bernardo Provenzano, ex capo storico di Cosa Nostra'). Tra i giornali lo spagnolo El Pais sottolinea che "fu in grado di controllare i traffici e i crimini della mafia siciliana con messaggi scritti a mano, i 'pizzini' con i quali ordinò decine di omicidi". Un particolare, quello dei 'pizzini' citati e scritti in italiano, che torna in vari articoli come elemento distintivo e 'folkloristico'.

Lo stesso vale per i suoi soprannomi, 'Binnu u tratturi' ('Bernardo il trattore', per la violenza con cui stroncava la vita dei suoi nemici) e 'Il ragioniere di Cosa Nostra'. Le Figaro titola 'Morte di B.Provenzano, ex capo di Cosa Nostra' e nel pezzo spiega che aveva scalato tutti i gradini della 'Mafia siciliana', arrivando fino alla 'Cupola', organo decisionale supremo della piovra. A corredo del pezzo, Le Figaro mette anche fotografie e video. La Suddeutsche Zeitung titola: 'Boss dei Boss: il capomafia Provenzano è morto'. Sui britannici Independent ('Bernardo Provenzano dead: 'The Tractor' Italian mafia boss dies in prison'), Guardian ('Italian mafia boss Bernardo 'The Tractor' Provenzano dies') e Mirror ('Former Mafia godfather known as 'The Tractor' dies in prison') titoli e testi sono di cronaca, con qualche approfondimento soprattutto in relazione al suo spettacolare arresto di dieci anni fa. E 'italian godfather' (padrino) è un altro dei termini più usati per identificarlo. Lo si trova tra l'altro sugli americani Washington Post e New York Times. Notizia secca sui siti arabi in lingua inglese di Al Jazeera e Al Arabiya. Pezzi di cronaca ma anche di ricostruzione storica sui siti di Bbc, Cnn, Abc e altre tv americane.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie