Ue: soldi quasi finiti, colpiti Erasmus e Pmi

Non è 'business as usual', per commissario Dominik

I soldi del bilancio Ue 2014 sono quasi finiti, e mancano più di tre mesi alla fine dell' anno. A rischio, ancora una volta, le borse Erasmus per gli studenti, i finanziamenti alle pmi e i beneficiari dei fondi di coesione. E' l'allarme lanciato dal commissario Ue al bilancio Jacek Dominik, che ha avvertito che questa volta non si tratta più di "business as usual". I tagli da 2,1 miliardi al bilancio 2015 chiesti dagli stati membri, inoltre, "non faranno altro che peggiorare ulteriormente la situazione", ha avvertito il commissario, chiedendo di non modificare la proposta presentata dalla Commissione. Già ora, la situazione è critica. Pesano i 26 mdl di pagamenti arretrati sul 2014 dagli anni precedenti a cui Bruxelles ha dovuto far fronte e un tetto di risorse finanziare tagliato di 9 miliardi rispetto al 2013. E tutto ciò con un tasso di attuazione dei programmi Ue altissimo (già utilizzato l'80% del bilancio e mancano oltre tre mesi alla fine dell'anno). Tra i progetti bloccati o a rischio, oltre a Erasmus, Horizon 2020 e coesione, anche ambiente, politiche di vicinato, cooperazione e aiuti umanitari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie