Sindaco Norcia, da virus mazzata finale

Alemanno sottolinea danni economia aree colpite da sisma 2016

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 4 MAR - "Il coronavirus rischia di dare la mazzata finale all'economia del centro Italia già colpito dal terremoto del 2016. Adesso più che mai dal Governo attendiamo misure speciali per il cratere così da permettere alle nostre imprese non solo di rilanciarsi, ma di sopravvivere": a dirlo, all'ANSA, è il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. "Il virus ha fatto capire al governo cosa significhi affrontare un'emergenza economica nazionale", ha aggiunto. "Siamo felici - ha sostenuto ancora Alemanno - che vengano adottate tutte quelle accortezze fiscali necessarie per salvaguardare le aziende italiane, come era stato fatto anche per noi, ma saremmo stati ancora più felici se fossero state adottate misure straordinarie per i nostri territori. E' evidente che la nostra situazione sia stata sottovalutata. Tutto questo deve far capire che le tragedie economiche non sono piccole o grandi, sono tragedie punto e basta e quella che stiamo vivendo noi terremotati merita la stessa attenzione del coronavirus". "I danni economici da coronavirus - ha detto il sindaco di Norcia - a noi del cratere sismico rischiano di annientarci ed è per questo che ora, senza perdere un giorno di più, occorre che il Governo dichiari le terre colpite dal terremoto 'Zone economiche speciali' alle quali destinare risorse". Infine Alemanno ha chiesto di nuovo "l'istituzione immediata di un tavolo tecnico permanente che affronti e risolva una volta per tutte le problematiche legate alla ricostruzione e che attui i provvedimenti normativi decisi tre mesi fa e ancora fermi al palo. Ne va della vita delle comunità". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie