Nizzi, a Olbia il picco, 429 casi e mille in quarantena

Sindaco: posti letto saturi, molti pazienti a Sassari e Alghero

"Olbia raggiunge la quota record di 429 positivi, circa mille in quarantena e un aumento di ricoveri, con un'età media dei contagiati sensibilmente ridotta, anche a fronte dei vaccini ai più anziani, sebbene la maggior parte degli interessati siano asintomatici". È l'allarme lanciato dal sindaco Settimo Nizzi nel corso di una conferenza stampa convocata appositamente. Quanto ai ricoverati, "i posti letto per le situazioni più serie sono praticamente esauriti, stiamo trasferendo molti pazienti a Sassari e Alghero - denuncia il primo cittadino - E' il culmine di una ondata epidemica, siamo convinti che i numeri caleranno nei prossimi giorni - assicura - ma chiediamo ai cittadini massima prudenza e massimo rispetto delle norme".

Il sindaco ribadisce che "non c'è altro modo di contenere la pandemia se non la responsabilità di chi vive a Olbia". Quanto alle scuole, "l'amministrazione non può agire in senso riduttivo rispetto alle prescrizioni nazionali, questo prescrive chiaramente il nuovo decreto legge del premier Mario Draghi", ricorda Nizzi, sebbene "quando abbiamo assunto decisioni al riguardo con un'ordinanza rimasta in vigore sino a sabato scorso, l'abbiamo fatto con cognizione e per la salvaguardia della salute pubblica, non per un capriccio".

Il rovescio della medaglia è che a Olbia "sono già più di 8mila le persone vaccinate tra prima e seconda dose, con una media di 700 somministrazioni quotidiane", dichiara il sindaco, che ringrazia i medici che si stanno adoperando nella campagna vaccinale ma anche Ats, infermieri, oss, forze dell'ordine, protezione civile, polizia locale e volontari. "Purtroppo mancano i vaccini per le persone che per particolari problemi non possono ricevere quello AstraZeneca, di cui invece abbiamo disponibilità e che è assolutamente sicuro", sottolinea prima di lanciare un appello ai suoi concittadini.

"Siamo passati dall'euforia della zona bianca al dramma della zona rossa e stiamo facendo uno sforzo inenarrabile sul piano economico e sociale. Chiediamo a tutti di resistere, di rispettare le regole del distanziamento e di non cercare di fare il vaccino prima del consentito". Nizzi ha anche annunciato che da domani partirà la campagna vaccinale degli over 70, mentre entro il 26 aprile potrebbe toccare agli over 60.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie