Sardegna

Molentargius: stop emergenza sanitaria

Arpas, valori inquinanti nella norma

Conclusa l'emergenza sanitaria a Molentargius, sul versante di Quartu Sant'Elena, a causa dei miasmi prodotti dall'incendio sotterraneo che ha creato diversi disagi alla popolazione residente e dato il via a degli esposti sui quali sta lavorando la Procura di Cagliari. E' quanto emerso dalla riunione del centro operativo comunale (Coc) di protezione civile, che si è chiuso oggi alla presenza del sindaco Stefano Delunas e dei responsabili di Vigili del Fuoco, Parco, Arpas e Corpo Forestale.

I pompieri, che hanno operato con i mezzi speciali in questi giorni, hanno concluso di distribuire l'argilla sul rogo nel sottosuolo in un'area di circa 7mila metri quadrati, soffocando così l'incendio che ha prodotto i fumi. Nel frattempo, mentre proseguono le rilevazioni della qualità dell'aria da parte dell'Arpas che da lunedì scorso monitora la zona con una centraline mobile nelle scuole di via Turati, il sindaco ha firmato le ordinanze di revoca della chiusura delle tre scuole limitrofe al parco. Anche i residenti, a cui era stata vietata l'apertura di porte e finestre, potranno nuovamente far circolare l'aria nelle case. E mercoledì il mercatino rionale potrà essere svolto.

Manca solo la convocazione della Regione per istituire il tavolo per l'emergenza ambientale e - come annunciato dall'assessora dell'Ambiente Donatella Spano al Coc dare avvio alle procedure per le bonifiche.

ARPAS, VALORI NELLA NORMA. La stazione mobile dell'Arpas, l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente, continua a raccogliere i dati della qualità dell'aria nella zona vicina al Parco di Molentargius. I valori registrati ieri, e validati oggi dalla centralina installata lunedì nella scuola di via Turati, non segnano alcun superamento dei limiti normativi, sebbene siano ancora evidenti valori di benzene più elevati rispetto alla stazione rappresentativa dell'inquinamento medio cittadino.

La concentrazione di polveri sottili (Pm10), rilevata oltre la media nei giorni precedenti, è più contenuta, con tendenza alla riduzione. Quanto agli altri valori, prosegue regolarmente senza interruzioni il campionamento per determinare i dati di diossine (PCDD e PCDF) e di idrocarburi policiclici aromatici (IPA) contenuti nelle polveri sottili. Tutto il dettaglio è stato inviato dalla Direzione tecnico-scientifica dell'Arpas al Coc, il Centro operativo comunale, riunito oggi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie