Uomo uccide la convivente e poi si toglie la vita

Nel Napoletano, si è lanciato dal balcone dopo il delitto

Un uomo ha ucciso la convivente, poi si è gettato dal quarto piano della sua abitazione ed è finito al suolo privo di vita. E' accaduto questa sera in un condominio di via Libertà 216 a Portici (Napoli).

Secondo una prima ricostruzione, l'uomo - G.F., 65 anni, incensurato -avrebbe colpito con diversi fendenti al corpo la sua convivente - A.M.N. di 59 anni, ricercatrice universitaria nella facoltà di Agraria - con un coltello, e si è poi lanciato dal quarto piano dell'abitazione. Sul posto stanno operando i carabinieri. Da quanto si apprende, non vi sarebbero state in precedenza denunce per litigi tra i due. 

Da quanto si apprende i Carabinieri, giunti per i rilievi, hanno trovato nell'abitazione notevoli tracce di sangue. La donna era ricercatrice di scienze e tecnologie alimentari al Dipartimento di Agraria dell'Università degli Studi di Napoli 'Federico II' lì dove si era laureata in Scienze Agrarie nel 1991.


   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie