Milano, bruciate tre palme in piazza Duomo

Appena piantate, una particolarmente danneggiata dal fuoco

Tre palme tra quelle che sono state appena piantate nei giorni scorsi in Piazza Duomo a Milano sono state parzialmente bruciate, una più delle altre, nella notte fra sabato e domenica. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Locale che hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza per identificare i vandali. Su Instagram, le immagini del rogo della palme

    Secondo una prima ricostruzione, l'episodio si sarebbe verificato dopo la mezzanotte in quanto prima sono presenti in Duomo i controlli fissi di Polizia e Carabinieri.
  

 

Non c'è stato bisogno dell'intervento dei Vigili del fuoco per spegnere il principio d'incendio sviluppatosi sulle piante. Nessuna segnalazione infatti è arrivata nella notte anche alla Polizia Locale o ad altre forze dell'ordine ed è quindi probabile che le scintille in particolare su una palma si siano esaurite da sole.

La polizia locale sta visionando le immagini di due telecamere per risalire agli autori del gesto stigmatizzato dall'assessore comunale all'Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran, che domenica mattina ha fatto un sopralluogo in Piazza Duomo. "la notte scorsa - ha detto Maran - qualcuno ha cercato di bruciare alcune palme danneggiandone in particolare una. É un gesto vile e le forze dell'ordine sono al lavoro per individuare i responsabili Gli imbecilli però perdono sempre, e l'effetto sarà che i milanesi ci si affezioneranno ancora di più alle piante. Nel frattempo il via vai continuo di turisti, curiosi che fotografano le palme non si interrompe".

Sono tanti i cittadini che lunedì mattina, passando da piazza del Duomo, a Milano si fermano ad osservare le palme a cui qualcuno ha cercato di dare fuoco. Di fronte al tronco semibruciato della pianta dove i vandali sono riusciti ad appiccare l'incendio, anche stamani ci sono persone che scattano foto, alcune che si fanno un selfie. "È stato un atto di vandalismo come ce ne sono tanti in città - ha spiegato Stefano di Milano - ma questo è più grave perché è avvenuto qui in piazza Duomo. È un atto da condannare". Molti condannano il gesto vandalico e difendono anche le palme "che sono belle e portano una bella atmosfera in piazza". I politici "non vivono la realtà che viviamo noi - ha spiegato la signora Angela - prendono queste decisioni assurde e io mi sento straniera in casa mia". Anche i commercianti che hanno le loro attività di fronte alle aiuole sono "dispiaciuti" da quello che è accaduto. "Eravamo chiusi a quell'ora - ha spiegato un barista - altrimenti saremmo intervenuti".

ASSESSORE, TESTIMONE HA CERCATO DI FERMARE VANDALO - "Una testimone si è fatta avanti raccontando di aver visto sabato notte un giovane italiano ben vestito, con indosso un montgomery, che stava dando fuoco alle palme. Lo avrebbe rincorso e gli avrebbe chiesto conto di quanto stava facendo. La ringraziamo per il senso civico che ha dimostrato intervenendo prontamente e raccontando tutto alla Polizia locale". Lo rende noto l'assessore alla Sicurezza Carmela Rozza. "Stiamo analizzando anche i video forniti dai privati delle telecamere rivolte verso piazza Duomo - aggiunge il comandante della Polizia locale Antonio Barbato -, per cercare di avere una chiara immagine del volto del giovan e che, dopo aver acceso il fuoco, sembra si sia diretto verso la Galleria".  "Fossi in lui - conclude l'assessore - eviterei di farmi rintracciare dalla Polizia locale e mi presenterei chiedendo scusa per il danno fatto, sia reale che di immagine alla città di Milano".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Imprese & Mercati

null

Più valore agli edifici: alla Duesse Coperture un convegno sulla riqualificazione condominiale

Il 23 novembre, alle 15.30, presso la sede dell'azienda di Ponte Nossa, in provincia di Bergamo: dalla nuova Direttiva europea del 2018 alla riqualificazione integrata degli edifici con cessione del credito


Dott. Edoardo Franzini

Al Centro di Radiologia e Fisioterapia di Bergamo l’implantologia è guidata al computer

Addio al bisturi e niente tagli: Edoardo Franzini, chirurgo del Polo odontoiatrico: «un protocollo sicuro e complementare alla chirurgia a mano libera tradizionale che consente una condivisione anticipata dei risultati».


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa