"Soldi" di Mahmood diventa "Pecunia"

Competizione aperta a studenti licei e atenei italiani ed esteri

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 4 NOV - La III edizione del Certamen Latinum "Nova humanitas" si è conclusa valorizzando coraggio e creatività dei giovani che vi hanno partecipato: gli autori e i loro prodotti originali saranno premiati, alla presenza del rettore de La Sapienza Eugenio Gaudio, domani, martedì 5 novembre alle ore 16.45, presso l'aula Odeion della Facoltà di Lettere e Filosofia della Sapienza.
    Il tema della gara di composizione latina, promossa dall'Area didattica di Lettere classiche, prende le mosse dai versi di Catullo e Virgilio, rispettivamente "O saeclum insipiens et infacetum" ("Ma che generazione senza gusto e senza spirito) e "Magnus ab integro saeclorum nascitur ordo" ("Nasce da capo una grande serie di secoli") che invitano a interrogarsi sugli aspetti positivi e negativi del tempo presente, in un confronto tra vecchio e nuovo, antico e moderno.
    La commissione, presieduta da Leopoldo Gamberale, docente emerito della Sapienza, e composta dai docenti Paolo Garbini, Michelina Panichi, Michela Rosellini e Francesco Ursini, ha assegnato il primo premio a Nicolò Campodonico, allievo della Scuola Normale Superiore di Pisa e già vincitore della prima edizione, che ha scelto di interpretare il tema assegnato attraverso il confronto tra la "vecchia" e la "nuova" musica leggera.
    Il vincitore si è cimentato nella traduzione latina di titoli e di versi di canzoni famose di Sanremo, da Balocchi e profumi di Claudio Villa, che diventa Crepundia et unguenta, a Soldi di Mahmood, che diventa Pecunia. Non mancano, poi, insieme a molte altre canzoni antiche e nuove, Grazie dei fiori di Nilla Pizzi (Grates propter flores) e Occidentali's Karma di Francesco Gabbani (Occidentalium charma) Anche gli altri partecipanti hanno veicolato, attraverso la poesia e la prosa, messaggi e dibattiti attuali, come la questione dell'uso e dell'abuso delle nuove tecnologie (smartphone, social media), ma anche temi legati alla guerra, all'immigrazione e all'ambiente. Nel corso della cerimonia di premiazione Leopoldo Gamberale terrà la Lectio magistralis "Nel laboratorio compositivo di un poeta latino contemporaneo", seguita dalla lettura di alcuni brani del componimento vincitore nell'originale latino e in traduzione italiana e da un breve concerto per pianoforte eseguito da Noemi Zaccagnino. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA