Giustizia: Orlando, quadruplichiamo fondi per vittime reati

"Nessun governo aveva mai previsto risarcimenti,ora primo passo"

Redazione ANSA

ANSA) - ROMA, 2 NOV - "In questi giorni, su alcuni organi di stampa, è emersa una polemica sulla tabella per l'indennizzo delle vittime di reati violenti. Nel nostro Paese si evocano spesso le vittime per chiedere inasprimenti di pene, ma fino al 2016 nessun governo aveva mai previsto un risarcimento nel caso il cui l'autore di reato violento sia incapiente o non individuato. Quello dell'anno scorso è stato un primo passo, non sufficiente dal punto di vista delle risorse, ma che ci ha consentito di far nascere il fondo". Lo afferma in un post su Facebook il ministro della Giustizia Andrea Orlando, rispondendo ad alcune critiche sul fundo per le vittime di reati violenti e l'entità degli indennizzi (ieri M5S aveva parlato di "obolo").
    "Con la nuova legge di bilancio - spiega Orlando - quadruplichiamo le risorse fino a 10 milioni di euro.
    Aumenteranno così i risarcimenti e verranno emanate le nuove tabelle. Oltre a queste risorse, nella legge europea abbiamo previsto ulteriori 26 milioni di euro per coprire il decennio passato. Infine, le nuove sanzioni civili che verranno comminate al posto delle vecchie sanzioni penali per alcuni reati minori che abbiamo depenalizzato, andranno a rafforzare sempre lo stesso fondo. In un biennio, grazie all'impegno di questo governo e del Ministero della Giustizia, siamo passati da una situazione in cui non era previsto alcuni risarcimento da parte dello Stato, a quasi 40 milioni da destinare a questo obiettivo.
    Non è l'unica cosa che abbiamo fatto su questo fronte. Anche dal punto di vista processuale ed extraprocessuale abbiamo dato vita al nuovo statuto per le vittime e avviato la costruzione di una rete di tutela e di supporto".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA