Dia, monitoraggi per 1500 imprese

Controlli su 9mila imprese impegnate in ricostruzione post sisma

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 26 NOV - "Quello degli appalti pubblici è settore nevralgico. La Dia controlla le procedure di affidamento degli appalti pubblici su tutte le opere pubbliche sensibili, svolge funzioni di controllo, monitoraggi, analisi delle compagini societarie e della gestione delle imprese, con accessi ai cantieri per verificare eventuali presenze mafiose". Lo ha detto in audizione davanti all'Antimafia il direttore della Direzione investigativa antimafia, Giuseppe Governale. I monitoraggi nel 2018 sono stati nei confronti di 1692 imprese, con accertamenti per 24mila e 100 persone collegate a queste imprese. Nel 2019 finora le imprese monitorate sono state 1509 e quasi 27 mila le persone collegate. Le richieste di accertamenti antimafia pervenute dalla Struttura di missione, istituita al Viminale per la ricostruzione delle aree colpite dal terremoto nel 2016, ha visto la Dia evadere 8mila richieste nel 2018 verso 10 mila imprese estendendo i controlli a 45 mila persone collegate. Nel 2019 sono state evase oltre 7 mila richieste per oltre 9 mila imprese e con controlli per oltre le 39 mia persone fisiche.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA