Procuratore Russo, mafie su slot e gioco

"Necessaria revisione sanzioni penali e amministrative"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - "Negli ultimi tempi le mafie nostrane si sono concentrate nei settori più lucrosi del gioco, quali la gestione e l'alterazione degli apparecchi da intrattenimento ed il gioco online". A parlare è il procuratore aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia, Giovanni Russo, intervistato dall'agenzia Agimeg. Secondo il procuratore, "le organizzazioni criminali hanno assunto una vera e propria egemonia nell'imposizione di apparecchi da intrattenimento, soprattutto macchinette negli esercizi pubblici esistenti sul territorio sottoposto al controllo mafioso". Il dominio nel settore dei giochi sarebbe frutto anche del coinvolgimento di esperti informatici che realizzano siti web ad hoc "ai quali si accede da apparecchiature installate in numerose sale gioco nazionali, gestiti da server ubicati negli Stati Uniti, in Florida, in Romania ed altri Paesi esteri, fuori dal controllo dei Monopoli di Stato". Ma non solo, in alcuni casi si arriva anche alla falsificazione delle ricevute delle giocate "sulle quali - spiega Russo - viene stampigliato finanche il logo dell'Aams, per superare i controlli amministrativi". Secondo il procuratore, infine, sarebbe necessaria una "revisione" della disciplina nel settore dei giochi, rivedendo anche l'apparato sanzionatorio penale e amministrativo, ma anche avviando "un processo di armonizzazione a livello europeo del settore del gioco e di una politica per la sicurezza delle infrastrutture critiche del gioco legale che contrasti anche la minaccia del cyber crime". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA