Al liceo Orazio "Start the change!"

Ragazzi impegnati in performance ed affiancati dal Piotta

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 16 MAG - Mercoledì 22 maggio, presso il Liceo Classico Orazio in Via Alberto Savinio a Roma, dalle 18:00 alle 20:00, il gruppo Quinta Nazione al mondo di Grande come una città e Amnesty International presentano: "Start the change!" La migrazione vissuta e raccontata con gli occhi dei ragazzi. L'incontro, a conclusione del percorso intrapreso nell'ambito del progetto Start The Change! - al quale 23 studenti del liceo Orazio hanno preso parte - vedrà gli stessi impegnati in una serie di performance che racconteranno i temi della migrazione e della sostenibilità, affiancati da due ospiti d'eccezione: Giacomo Ferrara e Tommaso Zanello (in arte Piotta) che saranno a loro volta interrogati e messi alla prova dai ragazzi. Saranno presenti anche Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, il centro di accoglienza per minori non accompagnati Intersos24, Claudia Pratelli e Christian Raimo, rispettivamente Assessora alla Scuola e Assessore alla Cultura del III Municipio di Roma. Start the Change! è un progetto co-finanziato dalla Commissione Europea. Ha come obiettivo quello di accrescere la consapevolezza dei giovani europei sull'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile in relazione con i fenomeni migratori e le violazioni dei diritti umani attraverso lo sviluppo di percorsi educativi e innovativi.
    In collaborazione con docenti ed educatori, Start the Change! si propone di accrescere il coinvolgimento dei giovani all'interno delle comunità di appartenenza. Allo stesso tempo, il progetto mira a rafforzare il network tra scuole, organizzazioni della società civile e autorità locali. Start the Change! coinvolge 15 partner, di cui 4 in Italia (Amnesty International Italia, Progettomondo.mlal, Amici dei Popoli e CISV), si svolge in 12 paesi europei, è indirizzato a 26.400 giovani tra i 15 e i 24 anni di età e a 1.300 docenti ed educatori. Saranno complessivamente coinvolte oltre 1 milione di persone. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA