01 novembre, 23:00 Primopiano

Manhattan blindata dopo l'attentato

L'aggressore e' un 29enne di nome Sayfullo Habibullaevic Saipov, di origini uzbeke

Ha lasciato un bigliettino vicino al furgoncino usato per l'attacco, nel quale ha scritto che agiva per l'Isis, il killer che ieri ha fatto tornare il terrore a poche decine di metri dal World Trade Center a New York, il 'Ground Zero' dell'11 settembre. Alle tre del pomeriggio un camion e' piombato su una delle piu' affollate piste ciclabili di Manhattan facendo una strage: almeno otto morti e una quindicina di feriti, ma il bilancio potrebbe salire ancora. L'aggressore e' un 29enne di nome Sayfullo Habibullaevic Saipov, di origini uzbeke: vive a Tampa, in Florida, e sarebbe arrivato negli Stati Uniti dal 2010. E' stato neutralizzato dalla polizia un chilometro dopo la strage, mentre gridava ''Allahu Akhbar''. Per il presidente Usa Donald Trump, che ha immediatamente twittato, e' stato ''un altro attacco da parte di una persone malata e folle''. Il sindaco di New York Bill de Blasio ha detto che si e' trattato di ''un atto terroristico particolarmente codardo''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Tutte le foto

Modifica consenso Cookie