Calcio
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Calcio
  4. Ibrahimovic operato al ginocchio, starà fuori 7-8 mesi

Ibrahimovic operato al ginocchio, starà fuori 7-8 mesi

Lo svedese vorrebbe continuare, il Milan può valutare il rinnovo

 Zlatan Ibrahimovic tornerà nel 2023. E' questo il responso dell'operazione al ginocchio cui si è sottoposto oggi. La prognosi è di sette, o forse anche otto mesi. Un verdetto pesante, perché vorrebbe dire ritrovarlo a fine gennaio. Zlatan si è voluto operare subito dopo i festeggiamenti per lo scudetto, per recuperare più tempo possibile. Ma per risolvere definitivamente un problema trascinato a lungo e che non gli ha permesso di aiutare con continuità i compagni di squadra, è stato necessario ricostruire il "legamento crociato anteriore, con rinforzo laterale e riparazione meniscale". L'operazione è perfettamente riuscita, ma ricostruire un legamento a 40 anni non è cosa da poco. Ibrahimovic, però, non è uomo comune. La carta d'identità è solo un fastidioso ricordo degli anni che passano. La mente è quella di un ragazzino, la fame quella di un giocatore agli albori con però la consapevolezza di chi ha già vinto ovunque. La voglia di continuare a giocare è intatta. Perché Zlatan non è pronto ad appendere gli scarpini al chiodo. La sua passione, il suo desiderio di competizione, il bisogno di adrenalina quotidiana, non sono ancora appagati. Non è pronto a smettere. Per questo motivo a deciso di risolvere una volta per tutte il problema al ginocchio. Ora può lavorarci su, valutare bene le sensazioni che il suo fisico gli restituisce

. Ma c'è tempo e i Mondiali invernali in Qatar sono l'assist perfetto. La Serie A si interromperà dal 14 novembre al 4 gennaio 2023. L'assenza dal campo di Ibra, sarebbe quindi già ridotta. E il Milan? Il desiderio di continuare insieme c'è sempre stato. E' troppo forte il legame tra il club rossonero e lo svedese. E Ibra, pur giocando pochissimo, tanto che non ha giocato titolare nelle ultime sedici partite di campionato, è stato comunque fondamentale nel costruire una mentalità vincente in un gruppo giovane e inesperto. Tutti, da Pioli a Calabria, passando per Giroud ne hanno sottolineato l'apporto. E pare che il club sarebbe disposto ad aspettarlo. Ovviamente le condizioni contrattuali attuali sono insostenibili. Nel caso il rinnovo sarà ovviamente al ribasso, si parla di circa 2.5 milioni a stagione - con lo sgravio fiscale del decreto crescita - ma non è da escludere il contratto a gettone, cioè in base alle presenze. Il futuro di Ibrahimovic sarà presto più chiaro. Servirà l'ennesima impresa fisica e sportiva, ma Zlatan punta sempre allo straordinario.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie