Champions, l'Atalanta vince a Liverpool, l'Inter cede al Real Madrid

A San Siro finisce 2-0 per blancos, rosso a Vidal e Conte crolla

L'uno-due terribile Ilicic-Gosens in uno scorcio di secondo tempo, con lo sloveno che non segnava dal poker di Valencia del 10 marzo scorso, e l'Atalanta si vendica in casa del Liverpool dopo la manita rimediata a Bergamo il 3 novembre scorso. La duecentesima panchina di Gian Piero Gasperini in nerazzurro è bagnata ad Anfield Road dalla più bella e convincente delle vittorie. Quella della Dea è un'impresa, che la rilancia prepotentemente nel gruppo D di Champions League, e verso gli ottavi. 7 punti, sempre a braccetto con l'Ajax, a meno 2 dal gong, con lo scontro tra la squadra di Amsterdam e quella inglese e i Reds, primi a quota 9, bisognosi dei punti della certezza per gli ottavi.

La partita che doveva essere "come una finale" e in cui all'Inter si chiedeva il salto di qualità si trasforma in un incubo per i nerazzurri e Antonio Conte, che fa materializzare lo spettro della clamorosa eliminazione nei gironi di Champions League. A San Siro il Real Madrid non solo vince 2-0 grazie ai gol di Hazard e all'autorete di Hakimi, ma domina per tutti i 90' Lukaku e compagni (in 10' per un'ora dopo un ingenuo rosso per proteste a Vidal), adesso ad un passo dal baratro. Complicando ancora di più la posizione di Antonio Conte, sempre più nel mirino dei tifosi nerazzurri. La sua Inter è irriconoscibile, molle e senza carattere, incapace di creare gioco e pure di arginare le ondate spagnole.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie